Senza esterni e senza centro l’Orlandina spaventa Brindisi | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 19 settembre 2016

Senza esterni e senza centro l’Orlandina spaventa Brindisi

img_6644-copyGiuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CASERTA – Seconda sconfìtta per l’Orlandina che chiude al quarto posto la tredicesima edizione del trofeo “Città di Caserta” soccombendo, nella “finalina” di consolazione, davanti alla Enel Brindisi allenata dall’illustre ex Meo Sacchetti. Priva di Perl (che sta per rientrare dopo essere stato splendido protagonista con la “sua” Ungheria qualificata ai prossimi Europei del 2017) e anche di Stojanovic, quindi con due esterni in meno in rotazione, la Betaland Capo d’Orlando ha comunque tenuto testa alla compagine pugliese fino alla fine del match e cedendo soltanto nell’ultima manciata di secondi. Stojanovic, in particolare, è stato tenuto precauzionalmente a riposo per via di una leggera distorsione alla caviglia destra rimediata durante l’incontro di sabato sera contro la Juve Caserta. Lo “starting five” schierato dal tecnico casertano pertanto è stato composto da Fitipaldo, Diener, Berzins, Archie e lannuzzi. Brindisi parte subito forte e riesce, grazie prevalentemente a soluzioni perimetrali, ad allungare un po’ sui biancazzurri (17-10 al 6′). Meglio nel perimetro che da fuori per la Betaland che con lannuzzi trova canestri e punti (9) mentre dall’arco è 0/9 nei primi 10′. Il primo quarto termina così 25-18 per Brindisi. Al 16′ però i paladini mettono la testa avanti (29-30) costruendo il parziale a favore con una serie di grandi azioni difensive. La partita è ora in equilibrio, torna avanti Brindisi poco prima dell’intervallo (36-33). Berzins (10 punti) e lannuzzi (11) già in doppia cifra, 5 a testa per Fitipaldo e Archie e, alla seconda sirena, è perfetta parità: 41-41. Al rientro sul parquet realizzano per Capo d’Orlando ancora lannuzzi e Diener dall’arco, i pugliesi però spingono e si portano avanti sul 54-47 al 25′ grazie alle giocate di uno spumeggiante English. Il terzo quarto si chiude 60-55 per Brindisi ma in avvio dell’ultima frazione con un parziale di 0-6 (Stocks, della Nuova Agatirno di Serie C, 3 punti, lannuzzi 2 e Fitipaldo con il libero in lunetta dopo il tecnico fischiato ad Agbelese), l’Orlandina si porta nuovamente avanti per 60-61. La squadra di Meo Sacchetti, però, è più fresca nel finale e reagisce con veemenza (69-63 al 37′). La Betaland lotta fino alla fine tuttavia il match si chiude con tre punti di vantaggio per Brindisi (71-68). Oggi il rientro in sede e, forse, sarà anche il giorno del tanto atteso annuncio del nuovo centro americano che dovrebbe essere l’ex Virtus Bologna Dexter Pittman.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI