L’Orlandina saluta capitan Soragna | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 5 agosto 2015

L’Orlandina saluta capitan Soragna

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – “Grazie capitano!”. E tempo di saluti, come previsto, fra l’Orlandina e Matteo Soragna, il capitano delle due ultime stagioni. Ieri è arrivata l’ufficializzazione della firma dell’ex leader della nazionale italiana con la Pallacanestro Piacentina. Soragna poteva benissimo giocare almeno un’altra stagione in Serie A, lo aveva cercato Trento per la sua esperienza da utilizzare anche in Eurocup, negli ultimi giorni c’era stato più di un contatto con la Virtus Roma, che ha deciso di ripartire dalla A2 Gold, alla fine Teo ha scelto la Serie B e Piacenza, vicino alla sua Mantova e potendo, come pare, conciliare la sua nuova attività che sarà quella di commentatore delle gare di campionato su Sky che, proprio ieri è arrivata la conferma, si dividerà il pacchetto con la Rai per le due prossime stagioni. Soragna, lanciato a Barcellona nel 1996/97, grande protagonista con le maglie di Treviso e Biella, medaglia di bronzo agli Europei di Stoccolma 2003 e argento olimpico ad Atene 2004 con l’Italia, era arrivato a Capo d’Orlando nell’estate 2013. La sera del 31 agosto, all’atto della presentazione e malgrado la presenza di un altro mostro sacro e suo compagno con lanazionale, Gianluca Basile, il grande atto di Andrea Benevelli che, davanti ai tifosi, cedeva la fascia di capitano al nuovo compagno Soragna e incoronandolo, di fatto, leader di quel gruppo al tempo guidato da Gianmarco Pozzecco. Un capitano silenzioso e di grande spessore sul parquet, un leader che si faceva sentire nel chiuso dello spogliatoio. Questo è stato Soragna all’Orlandina, grande protagonista nella stagione 2013/14, quella della finale playoff persa contro Trento e dall’ala lombarda giocata, senza pause, con un infortunio muscolare e nell’annata 2014/15, quella del ritorno in A. Soragna, uomo di poche parole anche fuori dal parquet, ha legato con tantissimi amici a Capo d’Orlando tanto che una tifosa eccellente, come Marzia Vivaldi, ex giocatrice dell’Orlandina Basket femminile, dice: “Teo per me è il fratellone che non ho avuto”. “Teo giocatore, Teo commentatore, Teo allenatore…il presente e il futuro di Soragna regaleranno a lui ed alla sua splendida famiglia gioie e soddisfazioni. Ma oggi che si chiude una indimenticabile parentesi lunga due meravigliosi anni, voglio ringraziare Teo uomo leale, e Teo capitano vero. Sempre e per sempre nel firmamento degli astri Orlandini”. Questo il ringraziamento ufficiale espresso dalla società e dal presidente Enzo Sindoni.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI