L’Orlandina parte bene, poi si spegne | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 24 ottobre 2016

L’Orlandina parte bene, poi si spegne

sfasefa-copyAlfonso Morelli – Giornale di Sicilia

TRENTO – La Dolomiti Energia Trentino piega in casa anche la Betaland Capo D’Orlando 85-76 nella quarta giornata di campionato. Sei uomini in doppia cifra per Trento, quattro tra i siciliani. Johndre Jefferson mvp coi suoi 14 punti così come Flaccadori, 11 per Baldi Rossi e Hogue, 10 di Lighty e Craft che ha distribuito 7 assist. Coriacea la resistenza Orlandina ma non sono bastati i 13 assist di Fitipaldo e i 19 punti di Delas. Trento ha dominato sotto i tabelloni e tirato con alte percentuali scappando puntualmente nei momenti decisivi. Trento in campo con Craft, Flaccadori, Lighty, Beto, Jefferson. Capo D’Orlando schiera Fitipaldo, Perl, Diener, Archie, Delas. Partono fortissimo gli ospiti con Fitipaldo che smazza assist in serie ad Archie, Perl e Delas. Dal 7-2 siciliano i trentini recuperano grazie a Beto fino al 9-9. Le triple di Flaccadori e le schiacciate di Jefferson portano i bianconeri ai 10 punti di vantaggio. Il secondo periodo comincia con gli ospiti che vanno sul meno due con Laquintana e Stojanovic. Baldi Rossi e Moraschini fanno più 7 per la Dolomiti Energia ma Capo D’Orlando ha la forza di reagire e passare avanti con Diener e Delas (38-39). Lo score è molto meno prolifico dei primi dieci minuti, torna lo scatenato Flaccadori con un’altra tripla per il vantaggio dei locali, poi il play Craft aggiusta il punteggio con una penetrazione e l’assist finale a Hogue. La bomba di Diener è dopo la sirena di metà tempo. Al 20′ è 45-39 Trento con 13 punti di Flaccadori e 9 di Jefferson. La Betaland ha Delas, Perl e Diener con 8 punti. Trento 59% al tiro. Craft 6 assist. Flaccadori senza errori. Delas tenta di tenere in piedi l’Orlandina ma le accelerazioni di Trento fanno male con Lighty, Hogue e la nuova schiacciata di Jefferson. Il centro americano fa malissimo sotto canestro. Dopo 3 minuti e mezzo 55-43 Trento. Fitipaldo non ci sta e sgancia la bomba. Rispondono Hogue e Forray, tripla di Stojanovic per il meno 6 ospite. Baldi Rossi e un tecnico a Jefferson chiudono il terzo quarto sul 61-54. Jefferson ha 14 punti ed è top scorer. Per i siciliani Delas a 12. Nell’ultimo quarto la Betaland si avvicina al massimo sul meno 4 in apertura con il solito Delas che sfiora i 20 punti. Fitipaldo è sempre illuminante ma la Dolomiti Energia ha troppe armi. La fiammata decisiva è firmata da Baldi Rossi che mette 6 punti pesanti. Da lì in poi Capo D’Orlando non riesce più a tornare sotto e i padroni di casa chiudono abbastanza agilmente con Craft. Nel finale si aggiustano un pò le statistiche personali. 85-76 Trento.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI