I biancazzurri ora seguono un altro grande nome: Carlos Delfino | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 30 luglio 2016

I biancazzurri ora seguono un altro grande nome: Carlos Delfino

 

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO Come ha riportato ieri sera “Spicchi d’arancia”, Capo d’Orlando per il ruolo di ala piccola sta facendo un sondaggio addirittura con il 34enne italo-argentino Carlos Delfino, un nome clamoroso, che dopo un lungo periodo di inattività per infortunio (si è fatto male addirittura nei playoff del 2013 quando era agli Houston Rockets), è appena tornato a giocare ed è stato convocato in Nazionale per i Giochi Olimpici. Scoperto dalla Viola e poi passato alla Fortitudo Bologna, campione olimpico con l’Argentina nel 2004, Carlo Delfino è stato per otto stagioni nella Nba con oltre 500 partite e una media di 8 punti. Il migliore anno (2010-11) a Milwaukee con 11.5. Sogno di mezza estate? Con l’Orlandina mai dire mai… Sul mercato la caccia frenetica è puntata anche sul nuovo centro che dovrà sostituire Alex Oriakhi e che dovrà ben integrarsi con la forza fisica, ma anche i movimenti e l’agilità di Ardue. Un nome giudicato possibile è quello di Ousmane Dra-me. Centro di 206 centimetri per 100 km, è nato a Boston, ha 26 anni ma con doppia nazionalità: Usa e Guinea (un po’ come Oriakhi, statunitense di origine nigeriana). Drame è un cotonou ed ha giocato per tre stagioni nella Ncaa, diventando uno dei “Bobcats” più importanti: secondo miglior realizzatore con 14.9 punti e 11.2 rimbalzi in trenta partite giocate nel 2014/15. Lo sbarco in Europa è avvenuto lo scorso anno, dopo aver tentato con i Washington Wizard la carta Nba, indossando la maglia della Joventut Ba-dalona nella Acb spagnola. Intimidazione e ottime capacità a rimbalzo sono le sue armi migliori come indicato dal titolo di giocatore difensivo dell’anno acquisito nella sua conference universitaria. Sono ore frenetiche, comunque, anche per conoscere la decisione di Sandro Nicevic e si attende l’ufficialità già nelle prossime ore tanto che non viene più cercato un quarto lungo per completare la batteria. Andrà via, ma solo in prestito, il playmaker slovacco Mario Ihring, per il quale farsi le ossa con la Nuova Agatirno, fresca di ripescaggio in Serie C Silver, non basta più. Ihring, quasi certamente, firmerà in patria con i campioni in carica di Prievidza e giocherà la fase preliminare della Champions League. Il ritiro pre-campionato, nuovamente al resort “Borgo Abacena” a Tripi, dovrebbe iniziare il 22 agosto ed è in corso di definizione il programma di tornei e amichevoli. Ci sarà l’esordio al “PalaFantozzi”, forse l’1 o 2 settembre, con un avversario da definire (Viola?). Poi l’Orlandina sarà impegnata, il 17 e 18 settembre, nel torneo “Città di Caserta” insieme ai padroni di casa. Brindisi e Fortitudo.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI