Secondo successo di fila per l’Orlandina Basket, che batte Rieti col punteggio di 71-91 nella seconda giornata del girone Blu del torneo di Serie A2. Una vittoria importante, che consente ai paladini di portarsi provvisoriamente da soli in testa alla classifica del mini-girone che compone la seconda fase a quota 8 punti.

Una gara fatta di strappi, con i padroni di casa che partono meglio, mentre i paladini escono meglio alla lunga e grazie ad altissime percentuali al tiro riescono a scavare un solco che i laziali non riescono più a ricucire.

Ancora una grande prova del duo USA di casa Orlandina: 28 punti per Xavier Johnson e 21 per Floyd. In doppia cifra anche Conti e Taflaj, entrambi con 12 punti, mentre Gay si ferma a 9 punti, frutto di tre bombe importantissime per prendere il largo nel terzo quarto.

Prossimo appuntamento domenica 2 maggio al PalaFantozzi alle 18.00 per la sfida contro Latina, che diventa già decisiva.

La cronaca della gara:

Nelle prime battute i padroni di casa sono più reattivi e si portano subito sul 4-0, mentre Capo d’Orlando passa in vantaggio con Johnson e Taflaj. È un ottimo Stefanelli a tenere avanti Rieti (15-13), ma la bomba di Conti innesca un ottimo parziale da parte dei paladini, che con Floyd, Johnson e la tripla di Taflaj chiudono il primo quarto sul +9 (18-27).

Ad aprire il secondo quarto è il 2/2 di De Laurentiis, ma sono cinque punti di fila di Taflaj a portare i paladini sul massimo vantaggio, +13 (20-33). Rieti però non molla e riesce a rifarsi sotto, guidata da Amici, De Laurentiis e Taylor, fino al -1 (35-36). Ci pensano però Johnson, Conti e sette punti di fila di Floyd a riportare Capo d’Orlando sul +8 (43-51). De Laurentiis infila la tripla, mentre il contropiede chiuso da Floyd manda le squadre negli spogliatoi sul 46-53.

I biancoazzurri prendono il largo nel terzo quarto, con tre bombe di Gay che fanno volare i paladini sul +16 (51-67), mentre Moretti, Johnson e cinque punti di fila di Conti portano l’Orlandina sul +24 (53-77). Pepper ritrova il fondo della retina, ma Del Debbio infila la tripla che chiude il terzo quarto sul 57-80.

De Laurentiis e Amici provano a scuotere i laziali, mentre Del Debbio ne mette due e Pepper infila la tripla. Sono cinque punti di fila di Johnson a riportare l’Orlandina sul +23 (64-87) e gli ultimi minuti della gara servono solo ad aggiustare i tabellini personali: Piccoli dalla lunetta chiude la gara sul 71-91.


Le parole di coach Sodini al termine della gara: «Se qualcuno ha visto la mia conferenza stampa pre partita, il primo pensiero oggi non può essere per la parte tecnica. Il primo pensiero deve essere a Rieti e a tutte quelle società che scendono in campo in queste situazioni così difficili, uscendo da un periodo di quarantena che crea diversi disagi.

Detto questo nella partita di oggi dio bravi ai miei ragazzi, perché sono riusciti a restare concentrati e non era facile, viste le condizioni con cui è scesa in campo Rieti. Credo che la cosa più importante di una partita come questa è che possa far ragionare in proiezione della stagione prossima, per concentrarsi sulla tutela del movimento e di coloro che ne fanno parte. Noi siamo contenti per la vittoria, ma dobbiamo prima di tutto avere rispetto dei nostri avversari.»

Kienergia Rieti – Orlandina Basket 71-91 (18-27; 46-53; 57-80)

Kienergia Rieti: Stefanelli 13, De Laurentiis 19, Ponziani, Amici 12, Taylor 13, Pepper 8, Piccoli 6, Nonkovic. Coach: Alessandro Rossi.

Orlandina Basket: Diouf, Ravì n.e., Taflaj 12, Conti 12, Gay 9, Floyd 21, Laganà, Johnson 28, Del Debbio 5, Triassi n.e., Moretti 4. Coach: Marco Sodini.

Ufficio Stampa Orlandina Basket