Intervistato oggi dalla Gazzetta del Sud, il nostro DS Peppe Sindoni ha affrontato diverse tematiche riguardanti la prossima partita contro Tortona, l’andamento della stagione e anche un suo pensiero sulla scomparsa di Kobe Bryant.

Su Tortona: “Oltre a Querci, Bellan e Matteo Laganà probabilmente mancherà anche Kinsey. Ma a prescindere dalle assenze che ci saranno, spero che i ragazzi affrontino la partita contro Tortona con lo stesso spirito visto domenica e soprattutto che chi verrà a sostenerci sugli spalti abbia la voglia di spingere questi ragazzi che stanno dando tutto ciò che hanno. Siamo consapevoli che ci toccherà lottare fino all’ultima gare e lo faremo.. Mi è dispiaciuto sentire fischi domenica contro alcuni dei nostri giovani, ed è un qualcosa che non caratterizza, storicamente, il pubblico dell’Orlandina. I giocatori, in questo momento, hanno bisogno di supporto.

Sull’andamento stagionale: “Paghiamo tante scelte sbagliate che ci hanno portato a vivere una stagione in affanno continuo. Abbiamo aspettato Bellan e Lucarelli che venivano da interventi chirurgici e scelto americani troppo bisognosi di un sistema che funzionasse. Troppo poco per sostenere un gruppo giovane come il nostro. Non sono assolutamente contento del rendimento della squadra e della qualità del gioco offerto, ma questo al momento conta poco. Siamo consapevoli che ci toccherà lottare fino all’ultima gare e lo faremo. A maggio ci sarà spazio per idee nuove.”

Sul mercato: “Abbiamo inserito due giocatori importanti come Marco Laganà e Jon Elmore. Abbiamo un solo movimento rimasto e dobbiamo usarlo con oculatezza per varare quello che sarà l’assetto definitivo che dovrà centrare almeno il terzultimo posto per poi giocarsi una “finale” playout col vantaggio del fattore campo.”

Sulla tragedia e la scomparsa di Kobe Bryant: “Ha colpito tutti, non solo il mondo del basket. Kobe era legato in modo incredibile all’Italia e nel 2002, rilasciando una intervista alla Gazzetta dello Sport, disse che il suo idolo era Alessandro Fantozzi, allora capitano e leader dell’Orlandina Basket. Speriamo di onorare al meglio il suo ricordo già da domenica.”