Splendida prestazione offensiva dei ragazzi di coach Sodini che, in un PalaSikeliArchivi caldissimo per l’occasione, battono Ravenna per 94-79 e si portano 1-0 nella serie.

Una gara sempre in controllo per i biancoazzurri, che vanno in vantaggio in doppia cifra già nel primo quarto, toccando anche il +20 a metà terzo quarto, grazie alla spinta del pubblico paladino e ai nuovi Fab 4: Parks, Triche, Bruttini e l’ultimo arrivato Joe Trapani, capace di sfiorare la doppia-doppia al suo ritorno in campo dopo quasi due anni con 16 punti e 9 rimbalzi.

Mostruosa la partita di Jordan Parks, che chiude con 31 punti realizzati (8/13 da 2, 4/5 da 3), di cui 25 nel solo primo tempo! 20 punti, 8 assist e 6 rimbalzi per Brandon Triche, 15 punti, 5 rimbalzi e 4 assist per Capitan Bruttini, mentre dalla panchina Mobio e Mei contribuiscono, rispettivamente, con 7 e 5 punti. L’appuntamento per Gara 2 è fissato per lunedì 29 aprile al PalaSikeliArchivi alle ore 21.00.

Il quintetto schierato da coach Sodini è composto da Triche, Neri, Parks, Trapani e Bruttini. Coach Mazzon risponde con Marino, Smith, Cardillo, Masciadri e Hairston.
La gara prende il via con un botta e risposta tra Smith, Parks, Bruttini. A quattro punti consecutivi di Smith risponde Parks con la tripla. Hairston e Masciadri portano ancora avanti Ravenna sul 10-13, ma dopo 5’ arrivano i primi punti in maglia Benfapp di Joe Trapani, che ne mette quattro di fila per il sorpasso Benfapp, con Mei a infilare la tripla del +4 (17-13). Smith prova a tenere incollati i suoi, ma arrivano le triple di Trapani e Parks, a portare i paladini sul +11 (26-15). Ravenna torna a segnare col gioco da tre punti di Hairston e il 2/2 di Mei chiude il quarto sul 28-18.

In avvio di secondo quarto dopo il break ospite di 4-0 firmato Jurkatamm e Cardillo coach Sodini ferma il gioco per parlare coi suoi e al rientro dal time-out con Bruttini, Parks, Triche e il contropiede concluso da Mobio la Benfapp torna sul +13 (37-24). Marino e Cardillo provano a tenere in vita Ravenna, ma quattro punti consecutivi di Parks, lo splendido alley-oop sull’asse Triche-Trapani, con l’inchiodata che infiamma il PalaSikeliArchivi e ancora una tripla di Parks portano i paladini sul +17 (46-29). Seck, Masciadri e Cardillo riavvicinano Ravenna fino al -12, Parks prova a riallungare, ma quattro punti in un amen di Ravenna con Masciadri e Smith chiudono il quarto sul 52-41.

I primi punti al rientro dall’intervallo lungo sono di Trapani, che poi in contropiede serve Parks per l’inchiodata a due mani del nuovo +15 (56-41). Masciadri muove il punteggio ospite, ma la bomba di Triche, quattro punti di Parks e il 2/2 di Trapani portano Capo d’Orlando sul +22 (65-43). Con Hairston e Jurkatamm Ravenna prova a riavvicinarsi, Mobio e Triche tengono staccati i paladini, ma sono Masciadri e Hairston con un mini-break a chiudere il quarto sul 71-61.

L’ultimo quarto inizia nel segno dell’equilibrio: Bruttini, poi Marino, la tripla Triche, Jurkatamm e il gioco da tre punti di Trapani, la Benfapp è ancora sul +14 (80-66). Il folletto di casa Ravenna ed ex della gara Adam Smith ci crede ancora e riporta Ravenna a sole 10 lunghezze distanza. Ci pensano Triche e Bruttini a rimettere le cose in chiaro e sono proprio quattro punti di Triche a chiudere la gara sul 94-79.

Le parole di coach Marco Sodini al termine della gara: «Sono contento del risultato, perché non è mai scontato partire bene in una serie playoff. Sono due settimane che mi succede di perdere nel riscaldamento pre-gara un giocatore da quintetto, era già successo con Bruttini, e adesso mi preoccupa il ginocchio di Bellan.

Siamo stati bravi, una volta prese le misure, a difendere bene sul perimetro contro una squadra che ha grandi tiratori. Non sono contentissimo per il minutaggio, avrei preferito tenere i giocatori a 28 minuti, non a 34. Domani vedremo come si alzerà dal letto Joe Trapani, che non giocava una partita da professionista da due anni, ma stasera in campo ha dimostrato che è tutt’altro che un ex giocatore.

Voglio fare i complimenti a Parks, non per i 31 punti segnati, ma per come ha difeso quando l’ho messo su Adam Smith, per averlo contenuto in maniera incredibile. Infine voglio fare un monito ai nostri ragazzi più giovani, che devono farsi trovare pronti quando sono chiamati ad andare in campo. La valutazione sul ginocchio di Bellan arriverà prima possibile e vedremo quale sarà l’evolversi della situazione.»

Benfapp Capo d’Orlando – OraSì Ravenna 94-79(28-18; 52-41; 71-61)
Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 15, Trapani 16, Laganà, Parks 31, Mobio 7, Murabito, Mei 5, Triche 20, Bellan n.e., Neri, Donda n.e. Coach: Marco Sodini.

OraSì Ravenna: Tartamella, Hairston 11, Smith 22, Montano 4, Jurkatamm 9, Cardillo 10, Marino 7, Masciadri 14, Rubbini, Seck 2, Gandini n.e., Baldassi. Coach: Andrea Mazzon.

Ufficio Stampa Benfapp Capo d’Orlando