Orlandina subito in vetrina | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 4 settembre 2016

Orlandina subito in vetrina

IMG_7354 (Copy)Giuseppe Lazzarro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – Davanti ad una Viola oltremodo rabberciata e senza esterni in pratica (agli assenti annunciati Marnili, Caroti e Fabi si è aggiunto Fallucca: l’ex Barcellona si è infortunato a un dito, da verifica l’entità del problema), facile test per l’Orlandina che scarica le gambe nel secondo scrimmage stagionale. Non è tempo di parlare di singoli ma la coppia di esterni ha dimostrato di essere in palla: circa 400 spettatori hanno salutato per il 4/5 da oltre l’arco di Drake Diener nel primo parziale mentre il lettone Janis Berzins sembra una macchina senza fine con 24 punti e 31 di valutazione, anche se i numeri per ora servono a poco. Facile dominio a rimbalzo dei biancazzurri di casa (49-28) mentre la Viola ha fatto quello che ha potuto, davanti a cotante assenze, alla fine Alex Legion, malgrado il fresco arrivo, ha dato dimostrazione di quel che può essere nel prossimo campionato di A2 : 28 punti e 5/6 dai 6,75 metri. L’Orlandina parte con il piede giusto e un Diener ispiratissimo: 4/5 da oltre l’arco che sca- tena l’entusiasmo del numeroso pubblico presente malgrado il caldo. La Viola fronteggia con interessanti soluzioni in pick and roll, sullo scarico di Walker, dopo una schiacciata precedente, Archie trova la tripla e allungo Betaland (29-12 a 3’30”). A 4″ dalla prima sirena improvviso arrivo di numerosi tifosi reggini accolti con un amichevole applauso dai “colleghi” orlandini, 31-15 la prima frazione. Si segna poco nella prima metà del secondo parziale con il tabellone azzerato. Le cose migliori le fa la Viola, più reattiva a rimbalzo, l’Orlandina riprende misure e distanze negli ultimi 3′ con un Archie già in forma e con delle interessanti iniziative del lettone Berzins. Dopo una bella penetrazione di Legion, è Fitipaldo ad inchiodare la “bomba”: 19-14 per il 50-29 globale. Nel terzo parziale le gambe cominciano ad appesantirsi per l’Orlandina che segna 2 punti nei primi 5′. Un 2+1 di Berzins rilancia la Betaland (9-6 a 3’30”), ispirata ancora dal lettone (piazzato del 15-11 a 2′), sino al 21-13 del quarto (71-42 0 totale). Ultimo quarto con l’azione più bella del test a 7’50”: Berzins recupera palla, serve Laquintana, alley-oop di ritorno e il biondo lettone inchioda lo schiaccione tra gli scroscianti applausi.

Orlandina-Viola 96 67

Orlandina: Fitipaldo 16, lannuzzi 5, Laquintana 4, Nicevic 4, Pavicevic, Diener 18, Archie 12, Stojanovic 10, Stolic, Berzins 24, Walker 3. All: Di Carlo.

Viola Reggio Calabria: Gaetano 2, Franzò, Radic 12, Barrile 7, Lupusor 12, Legion 28, Guariglia 2 Guaccio, Micevic 4. N.e.: Caroti. All: Paternoster.

Note: Parziali: 31-15 19-14; 21-13; 25-25.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI