Orlandina, salvezza costruita sulla difesa | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 7 maggio 2016

Orlandina, salvezza costruita sulla difesa

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – La difesa. È stato questo il marchio di fabbrica, come lo scorso anno, sul quale l’Orlandina ha costruito la quinta salvezza in Serie A. Statistiche alla mano, al termine della regular season, la “retroguardia” biancazzurra è la prima, ex aequo con Milano (73.5 punti subiti) e con gli stessi punti al passivo (2.205 punti a testa). Viceversa l’attacco della Betaland è stato il peggiore tra le 16 “sorelle” avendo realizzato, malgrado l’arrivo in corsa di Boatright, 68.6 punti di media (totale: 2.058). Nel computo generale i 22 punti riportati in classifica con il tredicesimo posto, sono frutto di 11 vittorie (7 in casa e 4 in trasferta) e 19 sconfitte (8 casalinghe eli fuori casa). Tra i singoli la classifica dei migliori realizzatori è stata vinta dal pesarese Daye (21.3 punti di media), il migliore di Capo d’Orlando è stato Ryan Boatright con 19.2 punti ma su 11 partite e le penultime tre out per infortunio, altrimenti il bottino avrebbe oltrepassato i 20 di media sicuri. Il terzo miglior rimbalzista è Alex Oriakhi (8.8) in una specialità vinta da un ex paladino, Dario Hunt (Caserta) con 9.9. Malgrado i problemi attraversati, infortuni compresi, Vlado Ilievski si è piazzato all’undicesimo posto nella classifica degli assist (3.7 di media) con primo il play di Caserta Siva (6.5). Nella specialità del tiro da tre punti, dodicesimo posto per il lituano Simas Jasaitis (24 realizzati su 122 tentati, media 39.3), dove un altro ex dell’Orlandina, Tyrus McGee (Cremona), partendo dalla panchina, ha primeggiato (29/101, 47.5 di media). Nella Top 30 delle stoppate date figurano ben tre giocatori biancazzurri: Bowers (ottavo con 28, media 1.1), Oriakhi (sedicesimo con 28, media 0.9) e Stojanovic (11, media 1.5). Dato negativo per le palle perse, anche qui, nella Top 30, figurano in tre: Laquintana (5.1 di media), Bowers (3.3), Orakhi (3.4). Nessuno fra i primi 30 nella valutazione (primo Austin Daye, Mvp della stagione regolare con 22.4 di media) ma il 18.5 di Boatright è certamente da incensare

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI