Orlandina, niente Brindisi | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 7 dicembre 2015

Orlandina, niente Brindisi

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – L’Orlandina non fa il… brindisi del ritorno alla vittoria in casa e ora la situazione si fa preoccupante dopo avere incassato la quinta sconfitta nelle ultime sei gare e la quarta in casa di fila. Brindisi, pur patendo il ritorno della Betaland nell’ultima frazione, gioisce giocando con 7 uomini, avendo fuori ancora Reynolds e Scott (annunciati sino a qualche ora prima del via ma poi fuori dalla distinta) e Harris (out per infortunio a inizio del quarto periodo). A un certo punto all’Enel è bastato in attacco uno straordinario Banks (per caratteristiche proprio quel giocatore che manca all’Orlandina), che ha chiuso la sua serata strepitosa con numeri da Mvp assoluto: 27 punti, il 64% dal campo, 9 falli subiti, 6 assist, 38 di valutazione. Inefficaci le difese preparate da Griccioli che, nell’ultima frazione, ha rinunciato ai due lunghi americani, carichi di 4 falli, ma che potevano essere gettati nella mischia prima. E se in attacco, grazie allo Jasaitis degli ultimi 10′, si è superata la fatidica soglia dei 70 punti, stavolta la difesa ha avuto difficoltà con il gigante Gagic dominatore del pitturato (17 punti eli rimbalzi, 9/10 dalla lunetta, 22 di valutazione).

La cronaca.

In avvio Laquintana ancora al posto di Ilievski. Si procede in equilibrio (8-7 a 6’13”). Poi vengono fuori i due lunghi Usa dell’Orlandina con Bowers che sembra dare buone risposte (4 punti e una stoppata) e Oriakhi: 14-11 a 3’27” prima di uno 0-6 di Brindisi che con tripla di Banks ribalta (16-17 a l’22”). È proprio Oriakhi ad appoggiare il contropiede, dopo rimbalzo difensivo di Ilievski e assist di 20 metri, che chiude la prima frazione con la Betaland avanti (21-20). Primo canestro di Stojanovic dopo scambio con Nicevic ma la guardia serba commette un contestato terzo fallo su Milosevic ed è costretto a tornare in panca. Se Ilievski brucia la retina dai cinque metri (25-26 a 6’50”), è Banks a creare problemi alla difesa paladina. Buona circolazione di palla di Brindisi con Gagic, un lungagnone di 210 centimetri, con la mano precisa dalla lunetta e allungo di Brindisi a 1′ dalla sirena: 35-42. Cardillo appoggia il +9 Brindisi e sul “PalaFantozzi” cala la preoccupazione malgrado il continuo incitamento del gruppo organizzato dei tifosi. Griccioli spende un paio di time out, sull’ultimo possesso Jasaitis inventa il canestro della speranza dai sei metri e si va al riposo lungo sul 37-44. Buon impatto dell’Orlandina al ritorno dagli spogliatoi. In 3′, con Perl e Oriakhi, si riduce il passivo con un parziale di 9-3 ma sul 46-47 a 7’09”, il solito Banks, in un amen, spinge Brindisi: 46-53 a 5’14”, con 5 punti della guardia e due liberi di Gagic. Non sembra neanche la serata giusta di Basile e Nicevic e Cournooh trova la bomba del massimo vantaggio ospite: 48-58 a 3’02”. Un 5-0 (Laquintana 2 +1 e appoggio di Bowers) ridà fiato (53-58 a 2’20”) ma bastano un paio di folate di Banks perchè Brindisi riprenda le distanze (53-62 a l’41”). Nell’ultimo minuto quarto fallo prima a Bowers e poi a Oriakhi quindi Laquintana trova una triplona sulla sirena del 30′ (56-64). Con le rotazioni corte Brindisi cede fisicamente e l’Orlandina apre l’ultima frazione con grande energia. Un 5-0 con tripla di Jasaitis lancia il recupero (61-64 a 7′), il lituano trova la granata del pareggio (64-64 a 5’48”) che fa esplodere il “PalaFantozzi”. Laquintana si getta nel traffico con canestro e fallo: a 4’45” c’è il libero del vantaggio (67-66). Metreveli piazza il 69-66, Banks risponde, Jasaitis segna il 71-68 a 2’30”. Quando sembrava quasi fatta, il micidiale Banks trova la tripla del pari a 2’08”, e poi la palombella del sorpasso (71-73 a l’28”). infine innesca Gagic che schiaccia il 71-75 a l’02”. A 54″ quarto fallo di Gagic su Nicevic: 2/2 e 73-75. Rientra Basile, recupera Nicevic, errore di Metreveli al tiro che poi commette il quinto fallo a 13″. Cournooh dalla lunetta fa il pieno (73-77). Ilievski guadagna fallo a 9″ realizza il primo libero, sbaglia il secondo e il rimbalzo è dell’Orlandina ma il possibile pari di Jasaitis si spegne sul ferro.

Le pagelle

Laquintana 6,5 – Reagisce con energia alle ultime prove poco convincenti e le cifre lo premiano come il migliore dei suoi: 11 punti, 4 assist, 19 di valutazione. Segna il 2+1 dell’illusorio sorpasso.

Perl 6 – Parte bene, poi si ferma, subisce Banks e nel finale, quando torna, non incide. Non può più caricarlo di eccessive responsabilità.

Jasaitis 6,5 – È la media tra l’8 dell’ultimo quarto e il 5 delle prime tre frazioni. Quando Cardillo molla la morsa, il lituano diventa letale segnando i canestri della “remuntada”. Peccato per la tripla sul ferro che poteva valere l’overtime. Anche 5 rimbalzi e 3 assist.

Bowers 6 – Grande impatto nel primo quarto, poi soffre il dinamismo e le braccia lunghe di Kadji e cala. Dal “quattro” titolare è lecito aspettarsi di più.

Oriakhi 6,5 – Meritava un minutaggio più alto (20′), anche rischiandolo nel finale, seppur con 4 falli. Con 14 punti e 8 rimbalzi dimostra una forza che Griccioli non sempre sembra comprendere.

Ilievski 6 – Sulla via del recupero: 24′ e 4 assist.

Basile 5,5 – Serata storta per i senatori, -2 di valutazione per il “Baso” che prova, e sbaglia, un solo tiro da tre.

Stojanovic 5 – Solo un bel canestro e stop. Poco meno di 9′, -3 di valutazione. Bisogna aspettarlo, ma il campionato corre.

Metreveli 6,5 – Reattivo. Tira giù 7 rimbalzi, lotta su ogni pallone, esce per cinque falli dopo avere sprecato il tiro del nuovo sorpasso.

Nicevic 5 – È involuto, anche nell’atteggiamento. Strano per il capitano, che con il suo celebre piazzato non fa male (0/4).

Coach Griccioli 5 – Grande occasione sprecata non aver battuto una Brindisi ai minimi termini. Ci mette anche del suo, lasciando in panchina Oriakhi nell’ultimo quarto. Inoltre poteva tentare un po’ prima, e non a 53 secondi dalla sirena, la difesa di Basile su Banks.

Orlandina-Brindisi 74-77

Betaland Capo d’Orlando: Laquintana 11 (2/4, 1/1), Perl 6 (2/2, 0/2), Jasaitis 17 (4/7, 3/9), Bowers 10 (5/12, 0/1), Oriakhi 14 (6/8), Ilievski 6 (2/4, 0/1), Stojanovic 2 (1/1, 0/1), Basile (0/1 da tre), Metreveli 6 (3/6), Nicevic 2 (0/4). N.e.:Galipò, Ihring. All: Griccioli.

Enel Brindisi: Cournooh 11 (3/7, 1/4), Banks 27 (6/9, 3/5), Cardillo 4 (2/3, 0/3), Kadji 10 (1/5, 2/5), Gagic 17 (4/6), Harris 1 (0/1), Zerini 3 (0/2, 1/2), Marzaioli (0/1 da tre), Milosevic 4 (1/1, 0/2). N.e.: De Gennaro. All: Bucchi.

Arbitri: Filippini, Biggi, Attard. Note: Parziali: 21-20; 37-44; 56-64. Da 2 punti: Orl 25/48, Br 17/34; da 3 punti: Orl 4/16, Br 7/22; tiri liberi: Orl 12/17, Br22/27; rimbalzi: Orl 36 (Oriakhi 8), Br 38 (Gagic 11); 5 falli: Metreveli. Spettatori: 2.850.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI