Orlandina, lannuzzi superstar. Con Tepic per il salto di qualità | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 15 novembre 2016

Orlandina, lannuzzi superstar. Con Tepic per il salto di qualità

_oe43215Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO. Felicità. Capo d’Orlando continua a sognare ad occhi aperti ed anche la terza vittoria consecutiva, seppur sofferta, centrata contro Cremona, è stata festeggiata nella notte nei vari ritrovi e con la presenza dei giocatori, osannati e “costretti” a decine di selfie. Il popolo biancazzurro non frena l’euforia, a differenza dei protagonisti del parquet, già proiettati alla gara di domenica in trasferta contro Caserta: di fronte due stelle del Sud, grandi rivelazioni di questo primo segmento di campionato. «Contro Cremona – ha detto l’Mvp Antonio lannuzzi – abbiamo dimostrato, anche davanti alle difficoltà venutesi a creare per i tanti infortuni, di essere rimasti uniti per portare a casa quest’altra vittoria. Ci tenevo a giocare bene e voglio dimostrare di poter giocare in questa categoria». Intanto verrà presentato venerdì dal ds Giuseppe Sindoni e da coach Gennaro Di Carlo, il nuovo acquisto dell’Orlandina: Milenko Tepic. Free agent, l’ex Panathinaikos, che indosserà la maglia numero 4, prende il posto di Berzins, out per il resto della stagione a causa dell’infortunio al ginocchio.
Ma conosciamo meglio il neo-biancazzurro. Nato il 27 febbraio 198 7 a Novi Sad, Tepic è alto 202 cm. Rapido, di ottima struttura fisica e spiccata intelligenza cestistica, in grado di occupare tutti e tre i ruoli perimetrali. Pericoloso nell’uno contro uno, ha grande abilità nel costruirsi il tiro dal palleggio e buone doti balistiche da dietro l’arco. È un giocatore completo : sa gestire la palla, è eccellente passatore, buon rimbalzista, efficace in difesa. Allenato da coach tra i più illustri, come Obradovic al Panathinaikos, Vujosevic al Partizan e Ivkovic nella Nazionale, è giocatore di spessore ed esperienza con 118 presenze in Eurolega, 38 in Euro-cup, oltre 100 con le selezioni serbe (argento agli Europei del 2009). Nel suo palmares figurano: l’Eurolega 2011 con il Panathinaikos; due campionati greci; quattro campionati serbi; tre Lega Adriatica. Ha iniziato al Vojvodina Novi Sad esordendo in Fiba Champions Cup a 15 anni nel 2002/03. Nel 2005/06, a 18 anni, si consacra giocatore di alto livello nella Lega Adriatica e in quella serba con il Vojvodina e riceve la chiamata del Partizan con cui fa filotto di successi in campionato e Lega Adriatica, debuttando in Eurolega e raggiungendo i quarti nel 2007/08 e nel 2008/09. La stagione successiva approda in Grecia ai campioni del Panathinaikos vincendo la Coppa dei Campioni. Nel biennio successivo è in Spagna al Siviglia. Inizia la stagione 2013/14 con i lituani del Lietuvos Rytas per poi tornare al Partizan dove resta sino al 2015. Torna in Grecia al Paok Salonicco e adesso l’approdo a Capo d’Orlando dove, a 30 anni ancora da compiere, spera di poter offrire un contributo di alto livello che consenta ai paladini di continuare a sognare. Infine da registrare che Ryan Boatrigh, il folletto che a metà della scorsa stagione firmò la strepitosa rimonta salvezza, è stato tagliato in Cinadai Foshan Long Lions allenati dal veneziano Andrea Mazzon. La guardia realizzava 24 punti di media.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI