Orlandina, la ricetta di Tepic «Ora serve il massimo sforzo» | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 6 aprile 2017

Orlandina, la ricetta di Tepic «Ora serve il massimo sforzo»

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – Massimo sforzo per non fare sfumare un obiettivo alla portata. Arriva da Milenko Tepic la voce del Scatto dell’Orlandina e la voglia di mettersi alle spalle le due ultime sconfitte e tornare a vincere, magari dalla gara di domenica sera a Pistoia. «La partita contro Reggio Emilia – torna sul match di domenica scorsa l’esterno setto – è stata dura, c’era pressione a causa dell’importanza della partita per entrambe le squadre. Sicuramentenon è stata la nostra miglior partita, penso che noi abbiamo sentito la pressione un po’ di più rispetto alle gare precedenti e questo non ci ha consentito di giocare la nostra miglior pallacanestro. Questo fa parte del basket in generale e del processo di crescita di una squadra nuova come è la nostra, fatta di giocatori che quest’anno giocano insieme per la prima volta.

La pressione ha giocato un brutto scherzo?
«Non è facile giocare questo genere di partite, in cui tutti si aspettavano da noi che avremmo vinto ma penso che abbiamo combattuto bene, soprattutto in difesa. Abbiamo avuto tante opportunità in attacco per girare la partita a nostro favore, non le abbiamo sfruttate ma non dobbiamo piangerci addosso. Non c’è motivo di essere delusi, dobbiamo guardare avanti, alle nostre prossime partite, cercando di trovare qualche vittoria in trasferta, a partire dalla prossima contro Pistoia. La soluzione è semplice, basta continuare ad allenarci bene e migliorare anche dal punto di vista mentale».

Sarete alle prese con un calendario complicato e l’intenzione è quella di raggiungere presto la fatidica quota 30 punti che darebbe disco verde per la postseason.
«Si – prosegue Tepic – abbiamo le ultime cinque partite da giocare, due in casa e tre fuori, la prima a Pistola, in un campo difficile, loro hanno vinto le ultime due panite e hanno sicuramente l’ambizione di raggiungere i playoff. Noi dobbiamo rimanere concentrati solo su noi stessi, sulle nostre partite. Penso che in questo campionato non ci sia una squadra che non possiamo battere, se continuiamo a migliorare e ad avere fiducia possiamo vincere tranquillamente. Sicuramente non sarà facile, nessuna delle partite che rimangono fino alla fine del campionato saranno facili. Stiamo facendo una bella stagione e nelle cinque partite che mancano dovremo fare uno sforzo aggiuntivo per vincere ancora almeno due partite fino alla fine. Vedendo il calendario penso che con altre due vittorie saremmo già qualificati ai playoff, potrebbe bastarne anche una, ma non dobbiamo pensare a questo, dobbiamo pensare partita per partita».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI