Orlandina, la panchina è troppo corta. Varese ne approfitta al «foto-finish» | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 27 marzo 2017

Orlandina, la panchina è troppo corta. Varese ne approfitta al «foto-finish»

Claudio Anselmi – Giornale di Sicilia

VARESE – Resta 4 la striscia record in A della Betaland, ko in volata a Varese al termine di una battaglia che ha visto i locali prevalere per la loro quinta vittoria consecutiva che vale la virtuale salvezza e la prosecuzione del sogno ottavo posto. I paladini, agganciati e superati in quarta posizione da Trento ed ora tallonati da Sassari con la nona a meno 4, hanno pagato le 18 palle perse (a 2), l’uscita prematura di Stojanovic, espulso insieme al panchinaro Cavaliero, ed il gap a rimbalzo (41-35) con la fisicità dei varesini che, alla luce delle condizioni e l’età del lungodegente Nicevic, potrebbero consigliare la dirigenza a completare il roster con un lungo atletico piuttosto che con un esterno. L’essere comunque arrivati, in trasferta, ad un possesso dal trionfo nonostante 21 tiri in meno, conferma la bontà della Betaland, ieri costretta a spremere 5 uomini stante gli acciacchi di Laquintana e l’evanescenza di lannuzzi. Dominique Archie stavolta parte in quintetto per reggere l’urto fisico con i varesini ma Ferrero fa 2-0. Stojanovic fa 2-2 e sbaglia l’aggiuntivo dopo il 2° fallo di Anosike in 2′. Johnson ed il pivot nigeriano fissano il 6-2 che ancora “Mimmo” ribalta sul 6-7 e la tripla del 9-10. Ferrero anima Varese replica con egual moneta 12-10 ma poi commette il 2° fallo su Diener che scrive il 12-13 con il 2+1. Stojanovic commette il 2° fallo franando su Johnson che fa 3/3 dalla lunetta. Eyenga si carica del 2° fallo sul neo entrato Tepic e poi Diener esce dal blocco e scrive 16-18 con Delas dalla lunetta per il 16-20 a completare lo 0-7 di break ospite. Johnson si inventa l’appoggio del 18-20 e Bulleri impatta allo scadere dei 24″, mentre Kangur fissa il 22-20 e, dopo il 2/2 dalla lunetta di lannuzzi, Varese fa 8-0 continuando a dominare sotto i tabelloni. Ivanovic illude da 3 ma Anosike spadroneggia e fa 35-25 con Archie che inchioda il tap-in del meno 8 con il pivot locale che fa il 3° fallo al 16′. Stojanovic a fil dei 24″ segna il meno 6 ed Archie accorcia ancora con accenno di rissa a rimbalzo con manate e spintoni tra Stojanovic e Cavaliero che vengono espulsi al 17’12” in un clima infuocato. La Betaland sbaglia troppi liberi e Pelle fa 38-32. Archie scrive 16 punti in un tempo per il 40-34 e poi trasformando 2 liberi dopo il 3° fallo di Pelle ma Bulleri fa 43-36 sulla sirena. Si riparte con la tecnica Betaland che prevale e Tepic da tre fa 47-44 anche se poi fallisce un paio di canestri facili al pari di Delas ed Eyenga dall’arco fa 57-49 al 27′ e dopo un rimbalzo offensivo di Kangur Ferrero a fil di 24″ fa 60-49 che Ivanovic accorcia con un’altra bomba. Poi Anosike fa il 4° fallo sbracciando su lannuzzi che trasforma i liberi dell’antisportivo e Diener sale a 16 con una tripla riportando a meno 5 la Betaland. Un paio di palle malamente buttate in attacco sono sanguinose per i paladini che in avvio di ultimo periodo subiscono i canestri di Bulleri, Ferrero ed affondata di Eyenga per il 69-58 dei biancorossi. Archie piazza la bomba del 69-61 e poi in semigancio 69-63 al 37′. Dopo il time out di Caja (al quinto successo sull’Orlandina in 5 gare) ancora Eyenga inventa il canestro più aggiuntivo che scava il solco decisivo anche se il solito Archie dai 6,75 fa 72-70. Varese sbaglia da sotto e la Betaland ha la palla per vincerla ma Delas la perde banalmente ed Eyenga firma in transizione il sottomano del trionfo lombardo e dei rimpianti orlandini.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI