Orlandina, il futuro è cominciato | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 21 aprile 2016

Orlandina, il futuro è cominciato

_P6R6414Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – L’indiscrezione non solo è stata confermata ma è andata anche oltre. L’Orlandina nonattende la conclusione del campionato e, a due giornate dalla conclusione e a salvezza acquisita, annuncia la riconferma di Gennaro Di Carlo che ha prolungato il contratto per due stagioni, sino al 30 giugno 2018. Si è andati oltre visto che, inizialmente, l’accordo sembrava indirizzarsi per un annuale con opzione per il 2017-2018. A Capo d’Orlando dall’estate 2014, il tecnico di Caserta, sposato (la moglie vive a Pisa per lavoro) e padre di due figli che stravedono per l’Orlandina, è stato l’assistente di Giulio Griccioli per una stagione e mezza, prima di prendere in mano il timone della panchina con una squadra al penultimo posto con 8 punti, poi sprofondata all’ultimo. Ma il carattere, l’unione del gruppo, il lavoro e gli arrivi in corsa, prima di Nankivil e poi, soprattutto, di Boatright, hanno cambiato l’identità della squadra che, nel girone di ritorno, ha ottenuto sette vittorie conquistando la permanenza mentre, sotto, c’è ancora grande bagarre. «Con Gennaro Di Carlo – commenta il presidente Enzo Sindoni – l’intesa è anzitutto umana e, quindi, basata sui valori che è riuscito a trasmettere non solo agli adeti ma all’intero staff. Per questo oggi sono contentissimo: questo accordo rispetta a pieno la filosofia che caratterizza l’Or-landina Basket e che fonda sulle motivazioni di crescita, non soltanto sportiva, di ognuno dei suoi componenti, la sua permanenza nell’olimpo del basket italiano. Che Di Carlo sarebbe stato head coach dell’Orlandina mi era chiaro già dalla scorsa primavera – conclude il presidente -, la rapidità con la quale abbiamo raggiunto l’intesa è la conferma di una sintonia che continuerà certamente a regalare soddisfazioni a Capo d’Orlando». In questi mesi Di Carlo non aveva mancato di ringraziare la famiglia Sindoni grazie alla quale, ha più volte rimarcato, l’Orlandina può vantarsi di giocare la Serie A. «La mia riconoscenza e la mia gratitudine vanno innanzitutto ad Enzo e Peppe Sindoni – ha dichiarato il riconfermato coach – che tanto hanno creduto inme lo scorso dicembre affidandomi l’incarico di capo allenatore in un momento delicato della stagione. Il raggiungimento di questa storica salvezza ha creato i presupposti solidi per continuare insieme questo rapporto , sicuri di poter centrare ulteriori ed importanti traguardi sportivi a Capo d’Orlando. Sono molto felice dell’accordo raggiunto ai fini della mia crescita umana e professionale inunmo-mento importante della mia carriera. Ringrazio il popolo Orlandino che mi ha accolto e “adottato” facendomi sentire uno di loro, contribuendo così al raggiungimento del nostro “scudetto”. Sono orgoglioso – ha concluso Di Carlo – di poter continuare a difendere i colori dell’Orlandina Basket in Serie A». Non è tutto. La società è alla ricerca delle prime conferme. C’è la proposta, per la quale non c’è bisogno di carta bollata, a Gianluca Basile che dovrà decidere se giocare un altro anno o appendere le scarpe al chiodo, potrebbe arrivare una richiesta anche per il centrane nigeriano Alex Oriakhi. Sondato da Mantova, capob’sta nel Girone Est di Serie A2 nei giorni scorsi in vista dei playoff, Oriakhi sta producendo 8.5 punti e 8.8 rimbalzi. Per Di Carlo, Oriakhi può benissimo essere il centro titolare anche la prossima stagione.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI