«Orlandina, è il momento della maturità» | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 8 aprile 2017

«Orlandina, è il momento della maturità»

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – Tornare a vincere ma senza ansia. Non è un appello all’ultimo assalto quello di Gennaro Di Carlo nella conferenza pre-gara in vista della quint’ultima giornata di ritorno che vedrà l’Orlandina in scena domani sera (ore 20,45, diretta su Rai Sport) nel posticipo del “PalaCarrara” contro la The Flexx Pistoia. «Non dobbiamo vivere con ansia il fatto di raggiungere i 30 punti in classifica – ha detto il tecnico biancazzurro nella conferenza pre-gara – Mi aspetto da parte nostra un certo tipo di maturità, lungo un percorso che ci vede straordinariamente in alto in classifica. Sembra quasi come non avessimo giocato sette mesi di campionato, invece è questo uno dei nostri punti di forza. Pistoia è una partita importante, difficile e di questo ne sono convinto».

La coperta non è corta? Magari un innesto nel reparto esterni servirebbe.
«Mi sa che parlando di questo argomento – risponde Di Carlo – è come se volessimo degli alibi. Abbiamo invece giocato ad armi pari a Varese che ha appena ottenuto la sesta vittoria consecutiva e con Reggio Emilia. Il rammarico è stato quello che non siamo riusciti a fare di meglio, e se uno può fare di meglio vuol dire che è attrezzato per farlo. Ho del materiale che mi sembra eccellente e che mi dà ogni giorno energia, forza e consapevolezza, poi tutto il resto lo posso capire a livello di tifoseria. Il mio obiettivo adesso è ritrovare i migliori Delas, Ivanovic, Stojanovic, ritrovare la squadra concentrata per tutti i 40′ come a Pistoia dove i tifosi di casa, legittimamente, spingeranno i loro giocatori. Ma la concentrazione diventa la chiave decisiva per espugnare il “PalaCarrara”».

La novità è quella che la guardia-ala Janis Berzins, vittima di un grave infortunio nella terza giornata, è arruolabile e domani sera sarà presente nuovamente tra i convocati grazie ad un recupero-lampo.
«Sì – conferma il coach – Berzins sarà con noi ma non so se potrà essere impiegato come avvenuto per Nicevic domenica in quei 5′. Leggo negli occhi dei ragazzi la voglia di riscattarsi ma questo non significa che uno va a vincere di sicuro. Non cambiamo metodo nella preparazione della partita, che applicheremo anche con Pistoia. Le variabili possono ovviamente cambiare durante le partite, se una squadra ti colpisce da fuori o ti fa male dentro l’area e devi rimediare. Pistoia – ha concluso Di Carlo – è una squadra forte, rinforzatasi con l’inserimento di Jenkins, per vincere dovremo essere tosti, concentrati e non perdere la testa quando le cose non prenderanno una piega buona».

Ai microfoni un altro fresco di recupero, Sandro Nicevic.
«A livello personale – ha detto il capitano – sono contento per il mio rientro dopo questa esperienza tremenda e con sei mesi di stop. Sto migliorando per riuscire a dare molto di più per cercare di innalzare il mio grado di condizione e sento che sto molto meglio rispetto ad una settimana fa. C’è voglia di riscattarci perché sappiamo che non abbiamo dimostrato, nelle due ultime gare, quello che abbiamo fatto in stagione. In questa settimana ci siamo allenati veramente bene, speriamo di raccogliere i frutti a Pistoia dove sarà una partita sicuramente dura, giocheremo su un campo molto caldo e prevedo una bella battaglia a livello di playoff. Il loro punto di forza per me è Crosariol, che ha dato una dimensione veramente di qualità, è alto, forte, sa giocare e può creare problemi».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI