Orlandina-Caserta, prima “finale” per la salvezza | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 28 febbraio 2016

Orlandina-Caserta, prima “finale” per la salvezza

_P6R5452 FABIO TARTAMELLA – Repubblica.it

Ricomincia la rumba. Dopo la pausa per la Final Eight di Coppa Italia, si rimette in moto il massimo campionato e l’Orlandina riprende la sua caccia alla salvezza. Situazione di classifica: Capo d’Orlando condivide la penultima posizione con Bologna, Pesaro e Varese (tutti club “scudettati”) e gode di due lunghezze di vantaggio su Torino, che occupa l’ultima piazza. Giova ricordare che soltanto una sarà la formazione retrocessa. Insomma, la permanenza in serie A è un obiettivo da ottenere grattando vittoria dopo vittoria e ogni fine settimana l’obiettivo dei due punti è da inseguire con ogni mezzo. Domenica (ore 18.15), il quintetto allenato da Gennaro Di Carlo riceverà la visita di Caserta, avversaria ostica ma abbordabile. “Tanto, per noi, sono tutte finali”, sentenzia dall’alto della sua esperienza Gianluca Basile. Di fatto, però, c’è grande voglia di dare continuità al successo esterno ottenuto a Varese prima della sosta, che ha rilanciato definitivamente le quotazioni dell’Orlandina nella corsa alla salvezza. “Siamo tutti consapevoli dell’importanza di questa gara – ha detto ancora Basile – e ogni appuntamento davanti al nostro pubblico deve essere considerato un’occasione da sfruttare al meglio”.
In A2, tutte in campo domenica (ore 18) le tre siciliane. Barcellona sarà di scena a Roma, cercando un successo che potrebbe miracolosamente riaprire il sentiero che conduce alla salvezza. Esordirà il nuovo tecnico Trimboli, promosso a head-coach dopo l’esonero di Bartoccci.
Gara fondamentale per la Pallacanestro Trapani, che ospiterà Casale Monferrato, nelle cui fila milita l’ex TJ Bray. Una vittoria terrebbe aperte le porte dei playoff, mentre uno stop potrebbe condannare i granata ad un’ultima triste parte di stagione regolare, senza un vero obiettivo da raggiungere. “Speriamo che il nostro capitano Filloy possa tornare in campo – spiega la guardia Viglianisi – perché anche psicologicamente la sua presenza sarebbe importante per il gruppo. Dobbiamo guardare con fiducia al futuro: questa contro Casale Monferrato sarà una sfida da combattere con tutte le nostre forze. Troppo importante la posta in palio”.
Infine, Agrigento, che, dopo il ritorno al successo di domenica scorsa contro Rieti, si recherà a Siena, dove troverà una squadra indebolita dalla crisi societaria. Al di là di questo dato, però, il quintetto del coach Ciani avrà bisogno di una grande prestazione per violare uno dei parquet più prestigiosi d’Italia.
In serie B, impegno esterno per l’Aquila, che domenica (ore 18) sarà ospite di Venafro, in Molise. La formazione palermitana ha iniziato a giocare un ottimo basket, dimostrando coesione e brillantezza anche nell’ultimo successo contro Empoli. Inoltre, rientra l’intenzione di cedere un altro pezzo importante come Requena e ad annunciarlo è stato il presidente Salvo Rappa: “E’ sotto gli occhi di tutti che l’Aquila – dice lo stesso Rappa – adesso gioca in modo corale e non si affida più alle individualità. Dopo le due recenti vittorie, il vento ha iniziato a girare. Io mi fido di questa squadra. In questo contesto, ricevuta la telefonata di Francesco Lima (il direttore sportivo, ndr) su cosa fare con Federico Requena, prendere la decisione è stato un attimo”. Insomma, Requena rimane e il terzo posto ormai è l’obiettivo dichiarato.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI