Orlandina, arriva il lettone Berzins. Con lui coperto il ruolo di ala piccola | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 17 agosto 2016

Orlandina, arriva il lettone Berzins. Con lui coperto il ruolo di ala piccola

 

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

IMG_0183CAPO D’ORLANDO In meno di due giorni l’Orlandina apre e chiude la trattativa firmando il nome dell’ala piccola per completare la panchina ma che dovrà rendersi utile giocando parecchio: Janis Berzins. Lettone di 22 anni, nato a Limbazi, ala piccola di 201 centimetri per 96 kg, Berzins ha firmato un contratto biennale e porterà il numero 45 sulla canotta biancazzurra. Veloce, ottimo rimbal-zista, pericoloso da fuori quanto in avvicinamento, Berzins sa gestire la palla. In difesa il mix di rapidità e fisico gli consente di poter andare in marcatura sugli avversari in più ruoli. Il neo paladino ha esordito a soli 16 anni nella Lega Baltica e nel campionato lettone con l’SK Valmiera (2009/10). L’anno successivo è già protagonista (oltre 50 le gare giocate tra Lega Lettone e Baltica) e le performance gli valgono la chiamata del VEF Riga che gli dà la possibilità di giocare a 19 anni l’Eurocup (2011/12). La stagione 2012/13 è quella della consacrazione: torna a giocare con la squadra che lo ha lanciato, il Val-miera e si conferma tra i migliori prospetti europei della sua generazione viste le cifre (15.4punti, 7 rimbalzi e 2.4 assist in media nelle 43 gare di campionato lettone; 14.5 punti, 8 rimbalzi, 1.4 assist e 1.9 palle rubate nelle 14 gare giocate di Lega Baltica). Negli Europei Under 20 in Estonia vinti dall’Italia proprio contro la Lettonia (60-67), Berzins dominò tra i pari età (in dieci partite 31′ di media con 15.4 punti, con il 59.6% dal campo e il 43.5% da tre, 7.4 rimbalzi e 1.8 assist) e chiudendo con una prestazione monstre in finale contro l’Italia: 26 punti, 15 rimbalzi e 39 di valutazione. Arriva la chiamata della nazionale maggiore del suo Paese e gioca anche gli Europei in Slovenia accumulando 4 presenze. Proprio quando la sua carriera sembra indirizzata verso il massimo livello continentale, un infortunio al ginocchio ne rallenta la crescita. Recupera e torna in campo nel 2014/15 con il VEF Riga. A giugno 2015 partecipa a dei workout pre- draft con le franchigie Nba di San Antonio Spurs, Utah Jazz e Boston Celtics. Nella stagione scorsa dimostra di essersi ristabilito totalmente e aver riacquistato la migliore forma fisica. «Sono entusiasta della firma di Berzins -commenta il direttore sportivo Giuseppe Sindoni -. Aggiungiamo al nostro organico un giocatore in grossa ascesa, giovane ma con grande esperienza internazionale che ben s’integrerà in una squadra con tanta voglia di crescere e lavorare duro. Con Janis completiamo un pacchetto di esterni molto profondo e dotato di grande talento». E veniamo alle prime parole da biancazzurro di Berzins: «Sono veramente felice di entrare a far parte del progetto Orlandina. La Serie A è uno dei migliori campionati in Europa. Uno dei più grossi stimoli a firmare per la Betaland Capo d’Orlando è stato l’interesse che il club ha manifestato per me, ho parlato con il presidente Enzo Sindoni, con il ds e con l’allenatore Di Carlo. Anche Kristaps Janicenoks, che ha giocato a Capo d’Orlando (stagione 2005/06 ndr), mi ha detto le migliori cose del club, della città a dei tifosi».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI