Non è ancora la vera Orlandina | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 18 settembre 2016

Non è ancora la vera Orlandina

 

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

Pasta Reggia Caserta: Sosa 21, Cinciarini 12, Putney 5, Gaddefors 6, Giuri 4, Bostic 12, Cefarelli 2, Metreve-li, Watt 16, Traini 2. Ali. Sandro Dell’Agnello.

Betaland Capo d’Orlando: Galipó NE, Fitipaldo 16, lannuzzi 7, Laquintana 2, Nicevic, Diener 15, Archie 12,Stojanovic9,Stocks2, Berzins 7. All. Gennaro Di Carlo.

CASERTA.Caserta- Orlandina sconfitta nella seconda gara della tredicesima edizione del trofeo “Città di Caserta”. Al “Pala Maggio”, nel primo confronto peri paladini tra pari grado, prevale la Juve bianconera, 80-70, in un match in cui ai paladini, oltre a Perl, prossimo al rientro, è mancato quel tanto atteso nuovo centro americano il cui ingaggio sarebbe ormai imminente (Dexter Pittman quasi certamente). Perle assenze aggregati al gruppo anche Deoanta Stocks, play-guardia americano, classe 1988, della Nuova Agatirno, la società satellite dell’Orlandina che giocherà il prossimo campionato di Serie C Silver Sicilia e Giorgio Galipò, playmaker Orlandino, classe 1999, out invece Filip Pavicevic per un risentimento muscolare. Coach Gennaro Di Carlo, casertano doc, propone in avvio Fitipaldo, Diener, Stojanovic, Archie e lannuzzi. I ritmi sono subiti alti, la front-court proposta dalla Betaland si mette in evidenza (Archie 4 punti, lannuzzi 5 e Berzins 4), ma il primo quarto si chiude 24-20 per i padroni di casa. Nella seconda frazione l’Orlandina mette a segno un parziale che gli consente di portarsi avanti al 16′ sul 30-34 grazie ai 6 punti di Stojanovic ma arriva, nel contempo, la reazione dei campani spinti dall’ex combo-guard di Sassari Sosa (già 14 punti ametà gara) che alla sirena del secondo quarto sono di nuovo avanti di sei lunghezze (40-34). Al rientro sul parquet Bruno Fitipaldo sale in cattedra e con 8 punti nel solo terzo quarto permette ai biancazzurri di avvicinare gli avversari nel punteggio e si porta in doppia cifra (51-47 al 25′). Parziale 8-2 per la Juve Caserta con un Bostic da ben 10 punti nella frazione e alla penultima pausa è 59-49 per la Pasta Reggia che allunga. Negli ultimi 10′ i ragazzi di coach Di Carlo tentano l’arrembaggio per riaprire definitivamente la gara ma il gap resta invariato e termina 80-70. Caserta è sembrata messa meglio anche come grado di condizione fisica. Nell’altra gara clamoroso esito con la Fortitudo Bologna (A2) che ha battuto, 80-75, l’Enel Brindisi. Quindi, oggi, alle 18,45 finalina di consolazione perl’Orlandina contro Brindisi, allenata dall’ex Meo Sacchetti per un’altra sfida di Serie A. Seguirà la finale Caserta-Fortitudo Bologna.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI