Nicevic scioglie la riserva e sarà ancora il capitano della squadra | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 7 luglio 2016

Nicevic scioglie la riserva e sarà ancora il capitano della squadra

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO Drake Diener si avvicina sempre di più a Capo d’Orlando, anche se l’accordo – è questo il diktat della società – dovrà essere stipulato entro la settimana. Viceversa la società – che ha già in mano alcune alternative -rivolgerà le sue attenzioni altrove. Il colpo di mercato può, quindi, diventare realtà dopo che anche l’Enel Brindisi di Meo Sacchetti ha abbandonato la pista che porta alla guardia di Fond du Lac. La strada per riportare il trentacinquenne “Man-Drake” in terra paladina appare adesso spianata e tutte le notizie vanno in una sola, positiva direzione: il concreto interessamento dell’Orlandina; la manifestata soddisfazione del giocatore che, con moglie e tre figli piccoli, sa bene che può vivere in un ambiente carico di entusiasmo e serenità; una squadra che lo vedrebbe leader assoluto. Settimana decisiva anche per Alex Oriakhi: il centrone di origine nigeriana è rimasto fuori dalle Summer League e, a questo punto, la società attende una risposta dopo che le offerte per una sua conferma sono iniziate in pratica un paio di mesi fa. Anche in questo caso o dentro o fuori in settimana. Diversamente si cercherà un altro “cinque”. Intanto è stato deciso che non sarà Juan Fernandez il playmaker titolare. Seguito da tempo e ammirato, l’argentino di passaporto italiano viene ritenuto una scommessa. E un bel dubbio è generato anche dal fatto che Brescia, dopo la promozione in Serie A (per la quale è stato determinante), ha deciso un po’ a sorpresa di non tenerlo. E si aprono decisamente le porte per la permanenza di Sandro Nicevic che sarebbe ancora il capitano dell’Orlandina. Dalle vacanze che sta trascorrendo con la moglie, il lungo italo-croato avrebbe sciolto la riserva: continuerà a giocare per un’altra stagione per la gioia della società. Tutto l’ambiente insiste per la conferma di Nicevic e Basile. E se quella dell’icona azzurra appare ormai appesa ad un sottilissimo filo, il riavvicinamento di Nicevic può cambiare i piani biancazzurri. Qua-rant’anni appena compiuti, il pivot è un simbolo per la tifoseria e il suo fisico è perfettamente integro per affrontare un’altra stagione ad alti livelli. Per Nicevic sarebbe il quarto anno consecutivo a Capo d’Orlando. Infine Ryan Boatright, artefice della “remuntada” che ha portato la squadra alla salvezza, da lunedì al 18 luglio parteciperà alla Summer League di Las Vegas con i New Orleans Pelicans. In 10 giorni il folletto di Aurora si giocherà le sue chance di entrare nella Nba. Se non ci riuscirà potrebbe firmare in Spagna o Turchia, ma anche Torino ha presentato una buona offerta.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI