Minotauro Taormina e Kalkis Giardini unite per tifare Orlandina | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 8 marzo 2016

Minotauro Taormina e Kalkis Giardini unite per tifare Orlandina

Alcuni-dei-ragazzi-di-Taormina-e-Giardini-a-Capo-dOrlando-05-03-16di Saro Laganà – BlogTaormina.it

Un folto gruppo di atleti e amanti della pallacanestro, tesserati con le società Minotauro di Taormina e Kalkis di Giardini, son partiti con un pullman a Capo d’Orlando per assistere a una partita interna dell’Orlandina basket che partecipa al campionato della massima serie.

Miracoli di Sicilia – «L’Orlandina – ha spiegato Salvino Risitano, presidente della Kalkis Giardini – rappresenta uno dei miracoli che ogni tanto sbucano dalla nostra amata terra di Sicilia. Una piccola città della nostra provincia, infatti, è da anni alla ribalta dello sport nazionale mantenendo una squadra nel campionato italiano di serie A e con un movimento cestistico di alto livello».

Un pullman con 52 tifosi – Anche Taormina e Giardini, quindi, hanno voluto contribuire al sostegno dell’Orlandina, organizzando un gruppo di 52 persone provenienti dalle società di basket della Minotauro e della Kalkis. I coach Antonella Merola e Salvino Risitano, oltre all’aspetto prettamente tecnico, hanno potuto constatare la felicità dei numerosi ragazzi presenti nel vedere dei veri campioni di livello internazionale in un clima di passione collettiva come può esserlo il “PalaFantozzi” di Capo d’Orlando.

Minotauro e Kalkis società sportive doc del territorio – Minotauro Taormina e Kalkis Giardini sono due associazioni sportive molto presenti sul territorio. La Minotauro ha anche un team che gioca nel torneo di Prima divisione. Il presidente del sodalizio della “Perla dello Jonio” è Cino Restuccia, da sempre in prima linea nello sport taorminese, prima sul campo e adesso in ambito dirigenziale. Gli atleti che fanno parte della prima squadra sono: Domenico Cardone, Giuseppe Ponturo, Marco Filistad, Roberto Spadaro, Sergio Gullotta, Maurizio Giuliana, Antonio Sterrantino, Orazio Patti, Gianluca Biondo e Gianluca Sgroi

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI