L’Orlandina vuole il pokerissimo, a Varese una missione | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 26 marzo 2017

L’Orlandina vuole il pokerissimo, a Varese una missione

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – Chi vince piazza il pokerissimo. Il succo della sfida odierna (palla a due alle 17,30, diretta su Antenna del Mediterraneo) tra Varese e Orlandina, è questo. Di fronte due squadre in salute, reduci da quattro vittorie di fila, con ambizioni di alta classifica i paladini, con il desiderio di poter entrare nella griglia dei playoffi lombardi. «Dobbiamo ripartire dopo il difficile match vinto contro Brescia alzando l’asticella – ha detto in sede di presentazione il coach varesino Attilio Caja – ed affrontando una squadra come Capo d’Orlando che si trova in quarta posizione in classifica non a caso. L’Orlandina è una squadra di grande qualità composta da giocatori veramente importanti: il primo da citare è senza dubbio Diener, una sicurezza del nostro campionato; a seguire Archie, un lungo dalla doppia dimensione capace di colpire sia dalla distanza che da vicino e, infine, Ivanovic, che ha ben sostituito Fitipaldo dimostrandosi un ottimo realizzatore. Queste sono le punte principali della Betaland, attorno al quale girano giocatori “nuovi” che sono molto cresciuti da inizio stagione: parlo di Stojanovic, Delas, Laquintana, Iannuzzi, giovane che osservo da parecchi anni e Tepic, vero uomo squadra. Dovremo fare una partita di grande attenzione difensiva e di fisicità, soprattutto su alcuni giocatori. Sarà importante rimanere concentrati sui loro giochi in attacco trovando delle soluzioni – ha concluso Caja – alle loro svariate proposte difensive». La vigilia della partenza per l’Orlandina è stata accompagnata da una “bomba” che ha scosso l’ambiente: un premio “extra”, in caso di conquista dello scudetto, offerto dal main sponsor quale riconoscimento per il risultato raggiunto nel campionato in corso. La decisione è stata assunta da Oia Service che, ancor prima dell’accesso ai playoff, intende scommettere sulla vittoria dello scudetto dei paladini che stanno macinando un risultato positivo dopo l’altro, conquistando sempre più entusiasmo tra i propri sostenitori. E, proprio credendo in tale progetto, è stato preparato un assegno extra in caso di conquista dello scudetto. «I sogni non costano nulla ma sono la cosa che vale di più – ha dichiarato il presidente Enzo Sindoni – Io del resto non ho mai realizzato nulla di importante nella vita, se non dopo averlo sognato. Siamo molto grati a Betaland che ci sostiene, è anche grazie all’apporto del nostro main sponsor che i risultati della squadra siano stati finora positivi oltre le aspettative. Questa iniziativa ci regala ottimismo ed energia ma rimaniamo consapevoli di dovere ancora soffrire per raggiungere lo straordinario traguardo della qualificazione ai playoff». I precedenti presentano un sostanziale equilibrio (3-2 Varese) nelle cinque sfide giocate a Masnago, tutte in Lega A. Nel 2005/06 una penetrazione a fil di sirena di Collins regalò la vittoria a Varese (95-94); nel 2006/07 finì 86-75 per Varese. La prima vittoria dell’Orlandina nel 2007-08: la straordinaria prestazione dell’illustre ex Pozzecco, trascinò i paladini (102-105 all’overtime) e alla prima qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Infine, nel 2014/15, successo di Varese (80-73) e, nella scorsa stagione, un coast to coast nell’ultimo possesso con lay-up di Boatright, diede all’Orlandina una vittoria importantissima (81-82) nella corsa alla salvezza.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI