L’Orlandina ospita i Campioni d’Italia | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 30 novembre 2015

L’Orlandina ospita i Campioni d’Italia

_PXL0211Claudio Argiri – Giornale di Sicilia

CAPO D’ORLANDO – Come nella scorsa stagione l’Orlandina ora targata Betaland ospita di lunedì sera gli attuali campioni d’Italia di Sassari sperando che l’esito sia nuovamente esaltante il che significherebbe aggancio in zona play-off e mezza salvezza in tasca già dopo 9 turni di serie A essendo la probabile quota a 20 punti. Un anno fa Meo Sacchetti si sarebbe dimesso dopo il tracollo in Eurolega ed invece poi concluse l’annata con lo storico triplete. Ora, invece, l’ex coach di entrambe, lanciato a Capo d’Orlando in A ed esploso in Sardegna, tornerà solo nel periodo natalizio da queste parti a ritrovare vecchi amici poiché il patron Sardara l’ha clamorosamente esonerato una decina di giorni fa ottenendo subito una reazione positiva dalla sua squadra poiché Sassari ha prima travolto Pesaro con mvp il figlio di Meo Sacchetti, Brian, ed è reduce dalla sfida persa solo in volata a Mosca contro il Cska, settimo ko in altrettante gare di Eurolega dove è già eliminato, arrivando poi direttamente a Capo d’Orlando nel pomeriggio di sabato con sede operativa in un albergo cittadino e doppia seduta di allenamento al PalaFantozzi a provare schemi e canestri. Stasera palla a due alle ore 20,30, con cancelli aperti sin dalle 19. L’attesa sarà «allietata» dalle coreografie delle «All Star Cheerleaders». Il match, arbitrato da Mazzoni, Aronne e Paglialunga, sarà raccontato in diretta su Radio Italia Anni 60 Me in streaming dal player nel sito del club (link http://www.orlandina- basket.it/streaming.html) oppure sulle frequenze Fm 101.8 e 106.7. Il bilancio è di 1-1, con il nuovo coach Calvani sotto 1-6 con i biancoazzurri avendoci perso in A2 quando prese in corsa Barcellona fallendo l’obiettivo stagionale. Sono di fronte la squadra che segna più punti e quella che ne segna meno: 87.5 la media Banco di Sardegna, 69.6 quella Betaland. Inoltre Sassari e Capo d’Orlando sono le squadre che conquistano meno rimbalzi offensivi: 7.6 l’Orlandina, 8.0 la Dinamo; le due squadre sono anche 2 ° e 3 ° nella classifica tiri liberi: 80.2% (97/121) il Banco di Sardegna, 80.0% (108/135) la Betaland. Sono di fronte il 1° e il 3° nella classifica percentuale tiri liberi: 89.7% (35/39) per Nicevic, 87.1% (27/31) per Logan, D’Ercole non ha mai perso contro Capo d’Orlando (bilancio 5-0) Gli ex sono Metreveli tra i locali e Pellegrino tra gli ospiti che come gm hanno anche Federico Pasquini, ex coach dell’Orlandina. Atteso quasi il tutto esaurito. «Siamo concentrati perchè Sassari è squadra molto atletica costruita per fare l’Eurolega – afferma l’ala Simas Jasaitis -. Per tentare di batterli dovremo rimanere concentrati e concreti in difesa per 40′ contro una squadra che copre molto bene il parquet e va a rimbalzo in attacco. Giocheremo davanti al nostro pubblico e dovremo essere bravi a fare la nostra gara imponendo il nostro ritmo. Le prime 8 gare hanno dimostrato che puoi vincere e perdere contro tutti, e per farlo devi essere sempre bravo a rimanere concentrato».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI