L’Orlandina non ha paura ma vince Reggio Emilia | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 6 dicembre 2016

L’Orlandina non ha paura ma vince Reggio Emilia

Monica Bardazzi – Gazzetta del Sud

REGGIO EMILIA – Una Betaland Capo d’Orlando decimata fa paura alla seconda forza del campionato, la Grissin Bon Reggio Emilia, uscendo tuttavia sconfitta 80-70 al PalaBigi. Con soli due lunghi di ruolo, senza Delas e Nicevic, l’impresa per i siciliani era semi impossibile, ma nonostante ciò non hanno demeritato e ora possono guardare con fiducia al doppio turno casalingo che li attende. Due canestri da sotto per Reggio che sfrutta l’assenza di Delas tra gli ospiti nel pitturato, 5 punti di Archie ed è 4-5 dopo 3′. Fallo tecnico a Della Valle per proteste, Perl realizza nel pitturato (9-8 dopo 5′). lannuzzi entra per uno zoppicante Archie, sono subito 4 punti per il lungo campano che danno il vantaggio alla Betaland (11-12 al 7′). La squadra di Di Carlo difende con energia ed efficacia e corre in transizione. La zona aiuta il coach campano, così arriva il primo break ospite (0-6) e Capo va avanti di 6 (14-20). Prima della prima sirena però la tripla di Aradori dimezza lo svantaggio. Il Gentile reggiano realizza dall’arco, Lesic e Della Valle portano il parziale sull’11-0 (25-20 al 13′). Laquintana e Stojanovic soffrono l’esperienza e il talento degli avversari, meno Perl che è il primo a realizzare nel secondo quarto per la Betaland. Il parziale però è impietoso 16-2 (32-22 al 14′). Tepic e lannuzzi danno un po’ di speranze di rientro ai siciliani, ma al 16′ Della Valle da il + 10 ai padroni di casa (36-26). Il canestro di Needham fissa il +12 (38-26 al 17′). Ci pensa Fitipaldo, una fiammata del playmaker che realizza 8 punti in fila e porta i suoi sul -4 improvvisamente (38-34 a 1′ dall’intervallo). Sei punti di ignoranza Basiliana per Della Valle danno nuovamente il +10 alla pausa lunga (44-34). Al rientro sul parquet Tepic mette in ritmo Diener, l’ex di lusso ne mette 5 in fila e Capo d’Orlando prova a rientrare. Della Valle però è in serata di grazia e segna ancora dall’arco. Stojanovic prende un tecnico per proteste che fa imbufalire Di Carlo, Fitipaldo segna nonostante il fallo subito e la Betaland è sotto di 6 al 25′ (52-46). La Betaland lotta, ma spreca con Laquintana, Archie e lannuzzi e scivola sul -13 in amen a fine 3° quarto (61-48). Parziale 3-11 della Betaland con Archie e Tepic a guidare e la gara 66-61 (al 35′). Gentile e Della Valle portano la Grissin Bon sul +11 a 4′ dalla fine e la gara di fatto si chiude qui.

Le pagelle

Fitipaldo 7 – È il faro della squadra. Fa tutto quello che può per non far scappare i padroni di casa, sfiora la doppia doppia (17 punti e 6 assist), ma non basta.

Perl 5,5 – Inizia bene poi si perde durante la gara. Meglio in campo rispetto agli altri giovanissimi della Betaland.

Diener 6 – Entra in gara tardi, nonostante viene mandato in campo dall’inizio. 9 punti, 3 rimbalzi e 2 assist sul parquet in cui arrivò ad un soffio dal tricolore.

Tepic 5,5 – Prova ingiudicabile per il serbo che gioca da ala grande, date le assenze della Betaland, contro avversari ben più piazzati di lui.

Archie 7 – Tiene alta la bandiera di Capo d’Orlando quasi fino alla fine con energia, voglia ed efficacia. Sotto il ferro però stasera è stato più solo che mai.

Laquintana 4,5 – Non va in campo con la giusta concentrazione. Alla seconda stagione in Serie A dovrebbe aver raggiunto maturità almeno nell’approccio.

Stojanovic 5 – Tanta voglia e poca concretezza per il classe 1997 biancazzurro. 4 punti, 5 rimbalzi e il solito problema con i falli.

lannuzzi 6 – È l’unico centro a disposizione di Di Carlo, ma nonostante questo gioca inspiegabilmente meno di 20′ realizzando tra l’altro 10 punti.

Di Carlo (all) 6 – L’Orlandina si sgretola sotto i colpi della Grissin Bon, ma onestamente poco avrebbe potuto senza due lunghi. Deve però lavorare sui suoi giovani, Laquintana su tutti, perché sostanzialmente questi ha e da questi deve avere di più.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI