L’Orlandina costruisce il proprio futuro | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 1 agosto 2015

L’Orlandina costruisce il proprio futuro

Claudio Argiri – Giornale di Sicilia

L’Orlandina continua a costruire il suo futuro guardando sempre al mercato dell’est europeo ma per completare il roster che dovrà lottare per qualcosa in più della salvezza nel prossimo campionato di serie A il ds Giuseppe Sindoni sembra indirizzare le sue mire verso quello americano, finora coscientemente trascurato nel segno della formula 3+4+5, leggi extracomunitari+europei+italiani. La prossima settimana o, comunque, prima di Ferragosto e del ritiro al via il 18 agosto, la società paladina dovrebbe affondare i colpi per ingaggiare la guardia, l’ala grande ed il pivot che mancano per consegnare a coach Griccioli un giocattolo più equilibrato ed in grado di fare gruppo più di quello di un anno fa troppo a stelle e strisce, con la speranza di regalare emozioni e vittorie ai tifosi, una settantina dei quali hanno finora sottoscritto l’abbonamento per la prossima serie A. Pensando al futuro la società ha appena raggiunto l’accordo con il Tigullio Sport Team di Santa Margherita Ligure (GE) per il prestito con diritto di riscatto del giovane Levan Babilodze. Arriva così a Capo d’Orlando un altro talento di sicuro futuro. Babilodze nato a Batumi in Georgia il 24 luglio del 1998. Guardia/Ala di 198 cm, in Italia dal 2014 quindi vicino ad acquisire lo status di “giovane di formazione italiana”, Babilodze è uno dei più importanti prospetti della pallacanestro georgiana. Sta disputando con la sua nazionale gli Europei under 18 nella Division B. Corteggiato con insistenza da tanti altri club, ha scelto con tanto entusiasmo di giocare per Capo d’Orlando, sarà, insieme al playmaker slovacco Mario Ihring, uno dei pilastri della forte rappresentativa Under 18 Eccellenza allenata da coach David Sussi e sarà stabilmente aggregato al gruppo della prima squadra per gli allenamenti. E proprio Ihring ha permesso alla Slovacchia di vincere le due gare del Girone J di Eurobasket U18 Division B. Il giovane playmaker dell’Upea Capo d’Orlando si è reso infatti autore di due splendide gare. Con 18 punti e 10 rimbalzi, è stato protagonista assoluto della vittoria slovacca contro l’Irlanda, e poi, contro la Macedonia, ha condotto i suoi alla seconda vittoria all’Europeo di categoria con 15 punti e 9 rimbalzi. Passando alla prima squadra stanno purtroppo scendendo le quotazioni per un ritorno, previo rinnovo del prestito dal Barcellona, a Capo d’Orlando dell’ala-pivot Emir Sulejmanovic visto che la situazione del club catalano dopo le elezioni è ancora in evoluzione ed i tempi per una risposta all’offerta paladina si stanno dilungando per cui i biancoazzurri si stanno logicamente guardando in giro per trovare un sostituto. A tal proposito piace Dj Shelton, 208 cm per 113 kg, 24enne Usa uscito da Washington State, autore di un buon campionato a Kangoeroes nella massima serie del Belgio al suo esordio in Europa, con 14,6 punti in 27′ di media nelle 21 gare, 51,3 % al tiro da due (77/150), 34% da tre (33/97), 84,1% ai liberi (53/63) e 5,4 rimbalzi. Alternativa l’ex Tortona Jeffrey Crockett, mentre nello spot di pivot piace parecchio il 25enne statunitense Derrick Nix, ex Orleans e Vef Riga. Infine è definitivamente tramontata la possibilità di rivedere con l’Orlandina l’ormai ex capitano Matteo Soragna che dovrebbe firmare a Piacenza in B anche per restare vicino alla sua Mantova abbinando magari il ruolo di commentatore Sky che trasmetterà Supercoppa, All-Star Game, due gare di regular season a settimana i quarti di finale non trasmessi dalla Rai, semifinali e finali.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI