L’Orlandina cerca il centro | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 2 agosto 2015

L’Orlandina cerca il centro

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

È focalizzata alla ricerca del nuovo centro l’attuale fase del mercato dell’Orlandina che non ha avuto scosse, dopo la eclatante firma della stella lituana Jasaitis. Resta sempre in auge il nome di Derrick Nix, ex Krka Novo Mesto, Vef Riga e Orléans, per le sue esperienze europee, racchiuse nelle due stagioni precedenti ma mai concluse in toto con il centro statunitense che ha sempre avuto un modo per uscire anticipatamente dal contratto. Un altro nome gettonato, certamente seguito ma non ancora trattato, è Dj Shelton, un autentico bisonte da 208 centimetri per 113 chilogrammi. Anni 24, uscito da Washington State, autore di un buon campionato a Kangoeroes nella massima serie del Belgio al suo esordio in Europa, con 14.6 punti in 27′ di utilizzo medio nelle ventuno gare giocate con il 51.3% al tiro da due (77 tiri realizzati su 150 tentati), 34% da tre (33/97), 84.1% ai Uberi (53/63) e 5.4 rimbalzi. Altro nome monitorato dal direttore sportivo Giuseppe Sindoni è Jeffrey Crockett, ala di 24 anni di 2,00 metri per 95 chilogrammi. Crockett è un altro americano, però un “4”, visto in A2 Silver nella scorsa stagione al Derthona di Tortona dove è stato compagno di Rudy Valenti, a Capo d’Orlando due stagioni fa. In Piemonte Crockett ha chiuso la stagione con 425 punti totali (14.7 di media) su 29 gare giocate con il 63% da due (153 tiri realizzati su 241 tentati), il 35% da oltre l’arco (16/46), il 74% dalla lunetta (71/96). L’impressione, comunque, è quella che l’Orlandina non stia trattando alcuno di questi giocatori e che le attenzioni sono rivolte altrove per coprire gli spot che mancano per completare il nuovo “starting five”: guardia (sarà americana), ala grande (un comunitario o Cotonou) e centro (altro atleta a stelle e strisce), accanto ai già certi Ilievski (play) e Jesaitis (ala piccola). Intanto tra oggi e domani tornerà a Capo d’Orlando con la famiglia il capitano delle due ultime stagioni: Matteo Soragna. Ma l’intento è quello di svuotare l’appartamento avuto in affìtto, trascorrere qualche giorno a mare, in- contrarsi e salutarsi con gli amici e poi, a 40 anni che compirà a fine anno, giocare ancora ma non in biancazzurro. Dopo il mancato colpo di Trento, che lo voleva firmare anche per l’Eurocup, l’ex capitano della nazionale potrebbe accordarsi con Piacenza in serie B e, nel contempo, fare il commentatore per Sky che trasmetterà, per la prossima stagione, Supercoppa, All Star Game, due gare di regular season a settimana e i quarti di finale dei playoff non trasmessi da Rai Sport, semifinali e finali. Da un ormai ex biancazzurro ad un altro visto che D’Wayne Keddrick Mays, play-guardia e straordinario protagonista della stagione 2013/14 che regalò all’Orlandina la finale playoff in Dna Gold, ha firmato per la Pallacanestro Trapani allenata da un altro ex paladino, Ugo Ducarello.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI