L’Orlandina cerca a Pistoia il riscatto per blindare i play-off | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 9 aprile 2017

L’Orlandina cerca a Pistoia il riscatto per blindare i play-off

Claudio Argiri – Giornale di Sicilia
Capo d’Orlando. I riflettori di Raisport si accenderanno nuovamente per la Betaland che, reduce da due ko di misura ma quinta in classifica, stasera dalle 20.45 (arbitri Seghetti, Di Francesco e Belfiore) nell’undicesima di ritorno di serie A è ospite di Pistoia, ottava a meno 4 che di contro viene da due successi, in una tana violata solo da Sassari e Venezia in 12 esibizioni su uno dei parquet più caldi dello stivale. Sfida, che chiude il 26° turno, complicata ma non impossibile che all’andata premiò nettamente i paladini per 79-64 (Archie 20, Lombardi e Boothe 12). Con quella odierna saranno 300 presenze per l’orlandino Drake Diener in campionato mentre Antonutti è a 3 punti da quota 400 con la maglia di Pistoia. Considerando solo le partite giocate in casa Pistoia è seconda per rimbalzi catturati (39.6) e per punti subiti (71.4) Nelle partite esterne Capo d’Orlando è la migliore squadra al tiro da tre punti con il 40.7% Allenatori: 2 a 1 a favore di Esposito i precedenti tra loro. A proposito di cifre con i 12 punti realizzati domenica scorsa contro Reggio Emilia, Dominique Archie ha scritto l’ennesima pagina di storia dell’Orlandina. Oltre a essere divenuto il miglior marcatore in Serie A con 675 punti all’attivo (superato Alvin Young fermo a 667 punti), l’ala-pivot americana è diventata il miglior marcatore nei campionati professionistici di tutti i tempi della società biancoazzurra. Archie, adesso a quota 1.307 punti, ha superato in testa alla classifica All-Time Keith Carter (1.296) e Yegor Mescheriakov (1.088).
«C’è fiducia perché ci siamo allenati bene e mentalmente siamo pronti – commenta Milenko Tepic -. Abbiamo le ultime cinque partite da giocare, due in casa e tre fuori, la prima a Pistola, in un campo difficile, loro hanno vinto le ultime due partite e hanno sicuramente l’ambizione di raggiungere i playoff. Noi dobbiamo rimanere concentrati solo su noi stessi, sulle nostre partite. Penso che in questo campionato non ci sia una squadra che non possiamo battere, se continuiamo a migliorare e ad avere fiducia possiamo vincere tranquillamente. Sicuramente non sarà facile come nessuna delle partite che rimangono ma stiamo facendo una bella stagione e dovremo fare uno sforzo aggiuntivo per vincerne ancora almeno due per qualificarci ai playoff».
In base agli incroci ed alla classifica avulsa ne potrebbe bastare anche una e quella di stasera sembra ideale in tal senso in un confronto diretto dove l’obiettivo minimo della Betaland è non perdere con più di 15 lunghezze di scarto.
«Abbiamo voglia di riscatto – spiega capitan Sandro Nicevic -, sappiamo bene che nelle ultime due partite non abbiamo mostrato le nostre capacità al massimo livello, ma abbiamo dimostrato sempre che ci teniamo davvero. Ragazzi come quelli che abbiamo quest’anno con tanta esperienza non è facile demoralizzarli, questa settimana ci siamo allenati al massimo livello infatti. Tutti noi abbiamo avuto alti e bassi nel corso della stagione, ma siamo un gruppo in grado di aiutarsi a vicenda. Contro Pistoia sarà una partita dura, è un campo molto caldo. Sicuramente non sarà una passeggiata, ma una bella battaglia d’intensità pari a quella di una gara di playoff. Noi pensiamo di ritrovare la massima qualità del nostro gioco per portare a casa una vittoria. Il nostro obiettivo a inizio anno era sicuramente la salvezza, siamo orgogliosi del fatto che con tutti gli infortuni e tutte le vicissitudini siamo arrivati al punto di essere addirittura quarti in classifica. Personalmente sono molto contento dell’accoglienza che i tifosi orlandini mi hanno riservato quando sono rientrato in campo domenica contro Reggio. Dopo sei mesi in cui sono stato praticamente fermo non ci si può aspettare molto dalle mie prestazioni, ma ovviamente per quello che posso spero di riuscire a dare una mano ogni giorno più consistente a questa squadra».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI