L’Agatirno espugna il PalaMoncada, battuta la Studentesca Licata | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 7 novembre 2016

L’Agatirno espugna il PalaMoncada, battuta la Studentesca Licata

whatsapp-image-2016-11-07-at-23-23-17Nonostante l’assenza di Stocks, riesce l’impresa alla Nuova Agatirno, che al PalaMoncada di Agrigento supera la Studentesca Licata 80-81. I paladini dimostrano tanto talento e applicazione, riescono a sopperire all’assenza del play Usa, e conducono per quasi tutta la durata dal match, andando avanti anche di 14 punti. L’unico sorpasso licatese arriva a 3’15” dalla fine, con Stanic che segna il 74-72, ma Matteo Galipò risponde con tre bombe che consentono all’Agatirno di portare a casa i due punti.

Pol Studentesca Licata 1971 – Nuova Agatirno 80-81 (19-27; 38-41; 61-64)
Pol Studentesca Licata 1971: Savoca 6, Stanic 30, Magro 7, Rifieli 15, Carità 2, Caiola E. 9, Falanga 8, Peritore, Cagliola G. 3, Stankovic. All.: Castorina
Nuova Agatirno: Zanatta n.e., Galipò Matteo 9, Galipò Giancarlo n.e., Egwoh, Galipò Giorgio 35, Munafò n.e., Pavicevic 9, Carlo Stella 5, Carianni 3, Stolic 8, Winford 12. All.: Jorge Silva

Partono bene i ragazzi di coach Silva, che guidati da Giorgio Galipò (autore di 13 punti nel solo primo quarto) chiudono il primo parziale avanti di 8 lunghezze (19-27). La partita scorre via sul filo dell’equilibrio nel secondo periodo, quando arriva la reazione della squadra di casa che si rifà sotto. All’intervallo lungo però sono ancora i paladini ad essere avanti 38-41.
Al rientro l’Agatirno tenta ancora di allungare, e a metà del terzo parziale Galipò e compagni conducono di 14 punti (42-56). La Studentesca riesce però a ricucire, e coach Silva perde Stolic per 5 falli. Licata è dura a morire e impatta la gara a quota 64 a 9’33” dal termine. A 3’15” dalla fine arriva il sorpasso licatese, con Stanic che firma il +2 (74-72). Ci pensa Matteo Galipò, che mette a referto tre bombe di fila su assist del fratello Giorgio, e dopo un finale al cardiopalma la gara si chiude sull’80-81.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI