La Serie A cambia faccia: 97 volte | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 26 agosto 2016

La Serie A cambia faccia: 97 volte

Massimo Oriani –  Gazzetta dello Sport

_P6R7723Avanti coi ribaltoni. Non che sia una piacevole abitudine rifare i roster quasi da capo a piedi ogni estate, anche se mette costantemente alla prova l’abilità dei general manager, costretti a loro volta a fare spesso le nozze coi fichi secchi (ovvero cercare talenti che costino poco). E’ la realtà di una Serie A che, per ovvi motivi economici, non può competere con tante altre realtà, siano quelle affermate e consolidate del Vecchio Continente (i vari Real Madrid, Barcellona, Olym-piacos, Panathi-naikos) o quelle emergenti (dal Bamberg di coach Andrea Trinchieri alle turche, quest’anno con 4 team di Istanbul in Euro-lega). Ogni estate i più bravi della stagione precedente ci vengono scippati. Stavolta, per fermarci ai nomi più indicativi di questo trend, l’mvp James Nunnally e il miglior realizzatore Austin Daye, finiti rispettivamente da Avellino al Fenerbahce e da Pesaro al Galatasaray Istanbul.

NUMERI Visto che la matematica non è un’opinione, a ieri possiamo contare la bellezza di 97 giocatori che debutteranno nel nostro campionato (non necessariamente in assoluto, ma pur sempre con una nuova maglia), mentre le conferme tra i sedici club della massima serie sono solamente 67, escludendo gli juniores che vengono inserite per arrivare alla quota minima di italiani, limitandoci quindi a chi gioca per davvero e non fa numero in panchina.

BRINDISI Capofila del suddetto ribaltone estivo è Brindisi (quanto mai New…) con 9 nuove entrate e due sole conferme. Seguono a ruota con 8 Pesaro, Sassari e Torino, che però con l’arrivo a breve del play raggiungerà l’Enel di Meo Sacchetti. A 8 arriverà (sperano in Brianza…) anche Cantù, ferma a 5 con però due soli reduci dall’ultima stagione al vecchio Pianella. Chi ha cambiato di meno in assoluto è invece Reggio Emilia, con 3 soli innesti e 7 conferme, ma non è una novità per il club due volte finalista, ormai consolidatosi sulla base del nucleo italiano. E poi c’è Milano, che sta nel mezzo, perché se è vero che annovera ben 7 nuovi giocatori, lo è altrettanto che ne ha tenuti 8 dall’anno scorso. Sul fronte allenatori, le notizie sono più confortanti: ben 13 sono rimasti saldi sulla panchina dell’ultimo campionato, con 3 innesti: Sacchetti a Brindisi, Bucchi a Pesaro e Kurtinaitis (unico straniero oltre a Repesa) a Cantù. Chi saranno i nuovi Nunnally e Daye? Inizieremo a scoprirlo tra un mesetto. E’ il bello delle tante novità. Di necessità, virtù…

AVELLINO

ALLENATORE SACRIPANTI (CONF.) ULTIMA STAGIONE Semifinalista. ARRIVI Marco Cusin (Cremona), Andrea Zerini (Brindisi), Levi Randolph (D-League), Retin Obashoan (Alabama, Ncaa), Kyle Fesenko (Monaco), Adonis Thomas (D-League). CONFERME Maarten Leunen, Joe Ragland, Marques Green, Giovanni Severini. QUINTETTO Ragland-Randolph-Thomas-Leunen-Cusin. SITUAZIONE Confermato il nucleo degli esterni con la affidabile coppia Green-Ragland, aggiunge il talento di Adonis Thomas, ala piccola con un assaggio di Nba (6 partite) reduce da una stagione ricca di infortuni, quindi con tanta voglia di riscatto. Cusin e Fesenko formano un muro in area.

CAPO D’ORLANDO

ALLENATORE DI CARLO (CONF.) ULTIMA STAGIONE Tredicesima. ARRIVI Drake Diener (Saragozza), Bruno Fitipaldo (Obras Sanitarias), Dominique Archie (Ostenda), Antonio Iannuzzi (Omegna), Janis Berzins (Vef Riga) CONFERME Vojislav Stojanovic, Tommaso Laquintana, Zoltan Perl, Sandro Nicevic. QUINTETTO Fitipaldo-Diener-Stojanovic-Archie-X. SITUAZIONE Manca il centro titolare Usa per chiudere il roster dell’Orlandina, arricchito dal ritorno in Italia, e all’attività agonistica, di Drake Diener, dopo aver lasciato Saragozza per l’aggravarsi del Morbo di Chron. Squadra destinata a crescere visto che il talento non manca, potrebbe essere la rivelazione stagionale.

BRESCIA

ALLENATORE DIANA (CONFERMATO) ULTIMA STAGIONE Prima in A-2. ARRIVI Luca Vitali (Cremona), Michele Vitali (Virtus Bologna), Marcus Landry (San Sebastian), Jared Berggren (Cantù). CONFERME Marco Passera, Franko Bushati, Davide Bruttini, Alessandro Cittadini, David Moss. QUINTETTO Vitali-X-Moss-Landry-Berggren. SITUAZIONE Manca solo una guardia Usa per completare il roster. La coppia dei fratelli Vitali offre garanzie nel reparto esterni. Marcus Landry è un bel colpo per la nostra Serie A. A 30 anni si è lasciato alle spalle i giorni più brillanti della carriera, ma porta esperienza e fisico in post basso. Chiave la conferma di David Moss.

CASERTA

ALLENATORE DELL’AGNELLO (CONF.) ULTIMA STAGIONE Quattordicesima. ARRIVI Dario Cefarelli (Barcellona PdG), Olek Czyz (Pistoia), Edgar Sosa (Hapoel Gerusalemme), Raphiael Putney (Guaiqueries de Margarita, Ven), Mitchell Watt (Ironi Nes Ziona, Isr). CONFERME Marco Giuri, Viktor Gaddefors, Daniele Cinciarini, Nika Metreveli. QUINTETTO Sosa-X-Gaddefors- Putney-Watt. SITUAZIONE Ad inquietare non è tanto il roster, da verificare sul campo viste le tante novità, ma la situazione societaria, con la cessione della maggioranza delle quote da Iavazzi a un gruppo inglese, ritarda in maniera preoccupante.

PESARO

ALLENATORE BUCCHI (NUOVO) ULTIMA STAGIONE Dodicesima. ARRIVI Brandon Fields (D-League), Simas Jasaitis (Capo d’Orlando), Jarrod Jones (Szolnok), Landry Nnoko (Clemson, Ncaa), Mouloukou Souleyman Diabate (Rouen), Ryan Harrow (Rethymno), Marcus Thornton (D-League), Donatas Zavackas (Neptunas Klaipeda). CONFERME Giulio Gazzotti, Marco Ceron. QUINTETTO Thornton-Fields-Jasaitis-Zavackas- Jones. SITUAZIONE La prima grande svolta parte dalla panchina con l’arrivo di Piero Bucchi. Poi l’aver abbandonato la formula del 5+5 low cost per infilare quella del 3+4+5 pare aver generato il gruppo più attrezzato degli ultimi anni.

TORINO

ALLENATORE VITUCCI (CONF.) ULTIMA STAGIONE Quindicesima. ARRIVI Deron Washington (Cremona), Giuseppe Poeta (Trento), Mirza Alibegovic (Brescia), Valerio Mazzola (Virtus Bologna), Jamil Wilson (Cangrejeros de Santurce, P. Rico), David Okeke (Oleggio), Tyler Harvey (D-League), Abdel Fall (Casale Monferrato), Keifer Sykes (D-League). CONFERME DJ White. QUINTETTO Sykes-Harvey-Washington- Wilson-White. SITUAZIONE Ottima la conferma di White e il colpo Washington, ma tre quinti del quintetto (Sykes, Harvey e Wilson) non hanno mai messo piede in Europa.

PISTOIA

ALLENATORE ESPOSITO (CONF.) ULTIMA STAGIONE Quarti (fuori al 1° turno). ARRIVI Nathan Boothe (Toledo, Ncaa), David Cournooh (Brindisi), Daniele Magro (Milano), Corey Hawkins (D-League), Terran Petteway (D-League). CONFERME Ronald Moore, Michele Antonutti, Eric Lombardi, Marcus Thornton, Marco di Pizzo. QUINTETTO Moore-Hawkins-Petteway-Antonutti-Boothe. SITUAZIONE Addii importanti a partire da Kirk. Pistoia riparte come sempre da tante scommesse: due rookie americani, il ritorno di Thornton dall’infortunio e italiani in cerca di conferme, ma con una certezza: Enzo Esposito.

TRENTO

ALLENATORE BUSCAGLIA(CONF.) ULTIMA STAGIONE Quarti (fuori al 1° turno). ARRIVI David Lighty (Asvel Villeurbanne), Johndre Jefferson (Torku Konyaspor), Aaron Craft (D-League), Riccardo Moraschini (Mantova), Joao Gomes (Andorra), Dustin Hogue (Neas Kffisias), Andrea Bernardi (Verona). CONFERME Filippo Baldi Rossi, Diego Flaccadori, Luca Lechthaler, Andres Forray. QUINTETTO Craft-Flaccadori-Lighty-Baldi Rossi-Jefferson. SITUAZIONE Flaccadori e Baldi Rossi per il dopo Pascolo in quintetto. Mossa coraggiosa in una squadra comunque molto versatile.

BRINDISI

ALLENATORE SACCHETTI (NUOVO) ULTIMA STAGIONE Decima. ARRIVI Nic Moore (Southern Methodist University, Ncaa), AJ English (Iona, Ncaa), Kris Joseph (Orleans), Amath M’Baye (Mitsubishi Diamond Dolphins), Marco Spanghero (Verona), Daniel Donzelli (Casalpusterlengo), Danny Aglebese (San Sebastiani, Giorgio Sgobba (Monsummano), Robert Carter (Maryland, Ncaa). CONFERME Durand Scott, Marco Cardillo. QUINTETTO Moore-English-Joseph- M’Baye-Carter. SITUAZIONE Si riparte da zero, o quasi, con due soli giocatori rimasti dalla gestione Bucchi. La vera novità è il ritorno in panchina di Meo Sacchetti.

CREMONA

ALLENATORE PANCOTTO (CONF.) ULTIMA STAGIONE Quarta (fuori 1° turno) ARRIVI Tu Holloway (Guaros de Lara, Ven), Gabe York (Arizona, Ncaa), Omar Thomas (Zenit San Pietroburgo), Andrea Amato (Pistoia), TaShawn Thomas (Mitteldeutscher, Ger), Jakub Wojciechowski (Cantù). CONFERME Fabio Mian, Paul Biligha, Raphael Gaspardo, Elston Turner. QUINTETTO Holloway-Turner-O. Thomas-T. Thomas-Biligha. SITUAZIONE L’importante sarà resettare e dimenticare la splendida stagione scorsa, altrimenti il peso di doversi ripetere potrebbe schiacciarla. Squadra con tanti innesti, tutta da plasmare dalle sapienti mani di coach Pancotto.

CANTÙ

ALLENATORE KURTINAITIS (NUOVO) ULTIMA STAGIONE Undicesima. ARRIVI Gani Lawal (Al-Ahli Dubai), Vaidas Kariniauskas (Kymis, Grecia), Salvatore Parrillo (Reggio Emilia), Romeo Travis (Le Mans), Craig Callahan (Virtus Roma). CONFERME JaJuan Johnson, Marco Laganà. QUINTETTO X-X-X-Johnson-Lawal. SITUAZIONE Manca il reparto esterni del quintetto base, quindi diciamo che in Brianza sono ancora in alto mare. Non confortano, nonostante le corrette smentite e precisazioni, le notizie che arrivano dalla Russia riguardo i problemi legali del patron Gerasimenko. Presto per dare giudizi, ma salvo grandi colpi la salvezza sarà l’unico obiettivo.

MILANO

ALLENATORE REPESA (CONF.) ULTIMA STAGIONE Campione d’Italia. ARRIVI Zoran Dragic (Khimki Mosca), Miroslav Raduljica (Panathinaikos), Ricky Hickman (Fenerbahce), Awudu Abass (Cantù), Davide Pascolo (Trento), Simone Fontecchio (Virtus Bologna), Andrea La Torre (Biella). CONFERME Alessandro Gentile, Krunoslav Simon, Andrea Cinciarini, Jamel McLean, Rakim Sanders, Milan Macvan, Mantas Kalnietis, Bruno Cerella. QUINTETTO Hickman-Gentile-Simon-Sanders-Raduljica. SITUAZIONE Troppa grazia Sant’Antonio. Quindici giocatori, 7 nuovi, una squadra che dovrebbe passeggiare in Italia, costruita per fare strada in Eurolega.

REGGIO E.

ALLENATORE MENETTI (CONF.) ULTIMA STAGIONE Finalista scudetto ARRIVI Riccardo Cervi (Avellino), Delroy James (Enisey Krasnojarsk), Sava Lesic (Olimpija Lubiana). CONFERME Andrea De Nicolao, Amedeo Della Valle, Pietro Aradori, Achille Polonara, Derek Needham, Stefano Gentile, Arturs Strautins. QUINTETTO De Nicolao-Della Valle-Aradori-Polonara-Cervi. SITUAZIONE Archiviata l’era lituana con gli addii a Kaukenas e Lavrinovic, Reggio riparte da un quintetto tutto italiano col ritorno di Cervi. Gli ultimi due acquisti, James e Lesic, serviranno a portare fisicità a un gruppo che avrà il vantaggio (non voluto…) di non fare le coppe.

VARESE

ALLENATORE MORETTI (CONF.) ULTIMA STAGIONE Nona. ARRIVI O.D. Anosike (Brindisi), Eric Maynor (Nizhny Novgorod), Aleksa Avramovic (Borac Cacak), Melvin Johnson (Virginia Commonwealth University, Ncaa), Norvel Pelle (Homenetmen Beirut), Christian Eyenga (Torino), Matteo Canavesi (Trieste). CONFERME Daniele Cavaliero, Luca Campani, Kristian Kangur, Giancarlo Ferrerò. QUINTETTO: Maynor-Johnson-Eyenga- Kangur-Anosike. Quintetto potenzialmente da prime quattro. Da verificare la tenuta della panchina.

SASSARI

ALLENATORE PASQUINI(CONF.) ULTIMA STAGIONE Quarti (eliminata al 1° turno). ARRIVI Darius Johnson-Odom (Olympiacos), Trevor Lacey (Pesaro), Josh Carter (Pinar), Dusko Savanovic (Bayern Monaco), Gabriel Olaseni (Bamberg), Tau Lydeka (Pesaro), Diego Monaldi (Chieti), Michele Ebeling (Ferrara). CONFERME Rok Stipcevic, Lorenzo D’Ercole, Giacomo Devecchi, Brian Sacchetti. QUINTETTO Johnson-Odom-Lacey-Carter-Savanovic-Olaseni.SITUAZIONE Squadra più equilibrata e più«allenabile» rispetto all’anno scorso. Piccola nota: del gruppo del Triplete sono rimasti solo Devecchi e Sacchetti.

VENEZIA

ALLENATORE DE RAFFAELE (CONF.) ULTIMA STAGIONE Semifinalista. ARRIVI Tyrus McGee (Cremona), MarQuez Haynes (Panathinaikos), Jamelle Hagins (Aris Salonicco), Ariel Filloy (Pistoia). CONFERME Tomas Ress, Ben Ortner, Melvin Ejim, Hrvoje Peric, Stefano Tonut, JeffViggiano, Michael Bramos. QUINTETTO Haynes-Tonut-Bramos-Ejim-Hagins. SITUAZIONE Sette conferme più il giovane Visconti, ma la Reyer rivoluziona nuovamente l’asse play-pivot: in regia una coppia potenzialmente esplosiva (Haynes-McGee), il pivot è Hagins, da tre anni in Europa. Venezia resta da prime quattro.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI