La Betaland tenta il “colpaccio” | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 12 dicembre 2015

La Betaland tenta il “colpaccio”

_G1C3091Claudio Argiri – Giornale di Sicilia

CAPO D’ORLANDO – Se sarà «mission impossible» per la Betaland a Milano sarà solo il parquet domani dopo le 18.15 a dillo (arbitri Taurino, Rossi e Noce). E in un campionato di serie A mai così incerto ci può stare che la squadra orlandina, nona a quota 8, possa espugnare l’imbattuto (da due anni e mezzo in regular season) Forum di Assago, casa di una delle cinque battistrada (a 14 punti), evento mai accaduto finora nella massima serie ad un terzo del cammino. Peraltro la squadra biancoazzurra ha sempre perso all’11° giornata nelle 4 stagioni precedenti in Serie A (giocando sempre in trasferta) ed il coach milanese Repesa ha un bilancio di 5-1 contro i paladini, sotto 2-6 (1-3 a Milano) nella massima serie. Milano e Capo d’Orlando sono 2° e 3° nei rimbalzi difensivi: 28.3 la media EA 7, 28.2 quella Betaland. 16-8 il bilancio dell’ex Gianluca Basile contro l’Olimpia (12.3 la media punti, 16 le gare in doppia cifra, 7-6 0 bilancio vinte-perse a Milano). Il playmaker macedone Vlado Ilievski ha vinto le ultime 7 sfide contro Milano (5 con Siena, 2 con Virtus Bologna); bilancio complessivo 10-2. «Milano è la squadra più vincente in casa negli ultimi anni – rammenta l’allenatore Giulio Griccioli – è ovvio che per noi sulla carta si preannuncia come una gara più che proibitiva, ma la fortuna è che nella pallacanestro, e nello sport in genere, in cam- po non ci va la carta. Si gioca 5 contro 5 e nessuna gara è decisa in partenza. Dovremo essere bravi a stare sul pezzo difensivamente perché è scontato dire che loro hanno tantissime armi per far male. L’approccio alla gara sarà importante, soprattutto con l’Olimpia perché cercheranno di imporci il loro ritmo. Paradossalmente proprio in questa gara con l’Olimpia dobbiamo provare a scendere in campo e giocare seguendo esclusivamente i nostri dettami in base alle nostre caratteristiche senza provaie ad adattarci a loro perché in quel modo giocheremmo un match impari». Per preparare la sfida la Betaland ha anche battuto al Palalberti il Barcellona di A2 per 98-71 (Stojanovic 19, Basile 5, Ilievski 8, Laquintana 12, Perl 9, Nicevic 2, Jasaitis 5, Bowers 22, Metreveli 6, Vujicevic 2 e Oriakhi 14).

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI