La Betaland tenta il colpaccio contro Cantù | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 4 ottobre 2015

La Betaland tenta il colpaccio contro Cantù

_55A9193Claudio Argiri – Giornale di Sicilia

Capo d’Orlando – ‘Vincere oggi varrebbe triplo per la Betaland di coach Giulio Griccioli che ospita dalle 18.15 la talentuosa Cantù (arbitri Lamonica, Lo Guzzo e Borgioni con oltre 3000 tifosi annunciati) nella gara di esordio di un campionato di serie A che per la regina di Sicilia di tutti i tempi offre un avvio decisamente in salita visto che poi nel menù domenica prossima alle 19 c’è la trasferta sul parquet di Venezia, semifinalista e candidata allo scudetto, poi quella di Bologna contro un altro team da play-off ed infine il match casalingo aperitivo del 25 alle 12 contro i vice campioni d’Italia di Reggio Emilia. Insomma i due punti odierni sono fondamentali anche perchè il mix esperienza-gioventù, pur senza il potenziale crack Stojanovic, ai box almeno fino a Bologna per infortunio e mancanza di ok Fiba, ha bisogno di prendere fiducia nei propri mezzi per scrollarsi di dosso timori e pronostici degli addetti ai lavori che indicano i paladini in lotta con Pesaro per evitare l’unica retrocessione in A2. I precedenti tra i due club pendono decisamente a favore dei lombardi, avanti 6-2 dopo lo schiacciante successo nel girone di ritorno dello scorso torneo dove, però, i biancoazzurri avevano all’andata sfatato il tabù interno con i canturini dopo 3 ko. L’unico ex del match è il totem Gianluca Basile, mentre 6-1 il bilancio di capitan Sandro Nicevic contro Cantù (interrotta a Cantù la striscia vincente di 6 successi). “La Betaland è una squadra costruita con una logica – dichiara alla vigilia il coach ospite Corbani -, con solo due atleti statunitensi, ma tanti europei. Hanno mixato giocatori esperti e giovani, uno dei quali è Tommy Laquintana che ho allenato l’anno scorso a Biella e che stimo moltissimo. Mi sembra che la loro sia una soluzione interessante, poi bisognerà vedere quanto questa scelta potrà pagare durante la stagione. Penso però che quello di Capo d’Orlando sia un mix che potrà dare buoni frutti. Noi invece abbiamo una squadra completamente nuova e dobbiamo capire che tipo di impatto ci sarà con una partita che vale due punti”. La Betaland alla palla a due sarà composta da Ilievski, Perl, Jasaitis, Bowers e Oriakhi, con Nicevic, Basile, Laquintana, Metreveli, Vujicevìc e Munastra.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI