La Betaland cade alla prima del Città di Caserta | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 17 settembre 2016

La Betaland cade alla prima del Città di Caserta

whatsapp-image-2016-09-17-at-22-04-14

Betaland Capo d’Orlando: Galipó NE, Fitipaldo 16, Iannuzzi 7, Laquintana 2, Nicevic, Diener 15, Archie 12, Stojanović 9, Stocks 2, Berzins 7. All. Gennaro Di Carlo

Pasta Reggia Caserta: Sosa 21, Cinciarini 12, Putney 5, Gaddefors 6, Giuri 4, Bostic 12, Cefarelli 2, Metreveli, Watt 16, Traini 2. All. Sandro Dell’Agnello.

 

La Betaland Capo d’Orlando cade nella prima gara del torneo Città di Caserta per opera dei padroni di casa per 80-70. Privi ancora di Zoltan Perl che ha giocato oggi l’ultima gara del girone di qualificazione per Eurobasket 2017, battendo la Macedonia 63-61 realizzando 13 punti in 25′. Aggregato così al gruppo anche Deoanta Stocks, play/guardia americano classe 1988 della Nuova Agatirno che giocherà il prossimo campionato di Serie C Silver Sicilia e Giorgio Galipò, playmaker orlandino classe 1999, out invece Filip Pavicevic per un risentimento muscolare. Coach Gennaro Di Carlo propone Fitipaldo, Diener, Stojanovic, Iannuzzi e Archie come quintetto titolare. I ritmi sono subiti alti, la frontcourt proposta dalla Betaland si mette in evidenza (Archie 4 punti, Iannuzzi 5 e Berzins 4), ma il primo quarto si chiude 24-20 per i padroni di casa. Nella seconda frazione l’Orlandina mette a segno un parziale che gli consente di portarsi avanti al 16esimo 30-34 grazie ai sei punti di Stojanovic, arriva però la reazione dei campani spinti dall’ex Sassari whatsapp-image-2016-09-17-at-22-56-43Sosa (già 14 a metà gara) che alla sirena del secondo quarto sono di nuovo avanti di sei lunghezze (40-34). Al rientro sul parquet Bruno Fitipaldo sale in cattedra e con 8 punti nel solo terzo quarto permette ai biancazzurri di avvicinare gli avversari nel punteggio e si porta in doppia cifra (51-47 al 25esimo). Parziale 8-2 per la Juve Caserta con un Bostic da 10 nella frazione e alla penultima pausa è 59-49. Negli ultimi 10′ i ragazzi di coach Di Carlo tentano l’arrembaggio per riaprire definitivamente la gara, ma il gap resta invariato e termina 80-70.

Ufficio Stampa Betaland Capo d’Orlando

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI