Terza vittoria casalinga in fila per la Benfapp Capo d’Orlando, che al PalaSikeliArchivi regola l’Axpo Legnano con il punteggio di 88-79. La squadra di coach Sodini si riscatta prontamente dopo la sconfitta di Biella, giocando un ottimo primo quarto, chiuso sul 33-17. Nei successivi 30’ i biancoazzurri hanno amministrato il vantaggio ottenuto, oscillante tra un massimo di +17 del secondo quarto e un minimo di +5 dell’ultimo periodo, portando a casa meritatamente la posta in palio, contro una Legnano che comunque ha risposto presente e che ha lottato fino alla fine, nonostante l’assenza di Charles Thomas.

Top scorer dell’incontro Jordan Parks con 29 punti e 7 rimbalzi, con 13/24 dal campo. Doppia-doppia per Brandon Triche con 23 punti e 10 assist, conditi da 7 rimbalzi per un 35 di valutazione totale. Bene anche il capitano Davide Bruttini con 14 punti e Simone Bellan che ne segna 10, tutti nel primo periodo.

Solito quintetto schierato da coach Sodini, che manda in campo Triche, Bellan, Lucarelli, Parks e Bruttini. Per coach Mazzetti invece, privo di Charles Thomas, rimasto a Legnano per un infortunio al ginocchio, il quintetto è composto da Raffa, Bortolani, Serpilli, Bianchi e Bozzetto.

Ad aprire le danze è Bortolani con l’appoggio al tabellone, risponde Bellan con le stesse modalità e poi ancora Bortolani. Bruttini è preciso dalla media, Raffa tiene ancora i suoi avanti sul 4-6, ma con cinque punti di fila di Bellan, due di Bruttini e ancora Bellan, la Benfapp va sul +6 (13-7). Bortolani prova a tenere attaccata Legnano con la tripla del -3, ma il duo Triche-Parks mette a segno un parziale di 10-0 che allontana i paladini sul 23-10. A sbloccare gli ospiti è Serpilli, ma il gioco da tre punti di Bruttini, seguito dal tap-in Mobio, dalla bomba Parks e dal contropiede concluso da Mei porta i paladini sul +17 (33-16). L’1/2 di Bozzetto dalla lunetta chiude il parziale sul 33-17.

Bianchi e Raffa aprono il secondo quarto riportando Legnano a 12 lunghezze di distanza. Bruttini sblocca il punteggio dei paladini dopo due minuti, ma Berra accorcia con la tripla, alla quale risponde subito Neri. Raffa tiene Legnano sul -12 (38-26), ma cinque punti di fila di Parks riportano la Benfapp sul +17 (43-26). Alle triple di Bortolani e Raffa replica Triche, ma Legnano si riavvicina fino al -11 (47-36). A Bruttini risponde Serpilli, poi Parks ne mette due ed il 2/2 di Bozzetto dalla lunetta manda le squadre negli spogliatoi sul 51-40.

Il terzo parziale si apre con l’inchiodata di Parks su assist di Bruttini. Cinque punti di fila di Raffa riavvicinano Legnano sul -8 (53-45). Bruttini e Parks provano a tenere a distanza la Benfapp, ma l’inchiodata ad una mano di Bortolani tiene gli ospiti ancora sul -8 (59-51). I biancoazzurri provano a prendere nuovamente il largo con Triche e Mobio, poi Bianchi realizza dall’arco, ma quattro punti di Triche riportano la Benfapp sul +13 (67-54). Serpilli e Ferri provano a riavvicinare Legnano, ma due punti di Parks chiudono il parziale sul 69-58.

In avvio di ultimo quarto Parks e Triche riportano la Benfapp sul +15 (73-58) ma un break di 10-0 in favore di Legnano, fatto da una bomba di Raffa da 8 metri e da sette punti di fila di Bortolani riavvicinano gli ospiti fino al -5 (73-68) a 6’49’’ dalla fine. Coach Sodini chiama time-out e al rientro sono la tripla di Mei e due punti di Parks a riportare i paladini sulla doppia cifra di vantaggio (78-68). Quattro punti di fila di Bozzetto tengono ancora vive le speranze della Axpo, Parks inchioda in contropiede, Raffa tiene i suoi sul -6 (81-75), ma Triche e la bomba di Parks riportano la Benfapp sul +11 (86-75). Bortolani scrive 23 sul suo tabellino personale, e l’1/2 ai liberi di Bruttini chiude la gara sul 88-79.

Dichiarazioni post-partita:

Marco Sodini: «Di buono oggi prendo quasi esclusivamente il risultato. È vero che era la terza partita in una settimana e che serviva una reazione, ma questa partita l’abbiamo giocata solo per sei/sette minuti del primo quarto. Non siamo stati sufficienti nel resto della partita, non siamo stati sufficienti a chiuderla prima.

Nel quarto periodo Legnano è tornata sul -5, non credo che ci sia stato rischio di perderla, ma dobbiamo cercare di essere migliori di quello che siamo stati oggi. Una mancanza di lucidità ci può stare, per noi non è normale giocare tre partite in una settimana, ma non posso dire che sono contento, perché non lo sono.

Nelle prossime settimane giocheremo con corazzate come Roma, Bergamo, Casale e Rieti e questo livello di performance, che è stato sufficiente oggi e contro Cassino, non va per niente bene. Vorrei che ci fosse più energia da parte di chi entra in campo e fa un errore. Ho visto mancanza di energia oggi, anche da parte di chi non ha giocato così tanto da potersi dire stanco. Lo specchio di quello che è successo è quello che ha fatto Bellan, che ha avuto un inizio da giocatore di Eurolega, poi è andato in calando. A volte se sbaglia due tiri di fila inizia a sentire una mancanza di fiducia, ma lui deve capire che può essere utile in campo anche se non segna. Oggi Lucarelli non ha giocato bene, ma ci può stare, è un ragazzo che è cresciuto tanto durante la stagione e un periodo di appannamento è pure normale, però vorrei che chi prende i suoi minuti fosse più pronto e sfruttasse meglio l’occasione concessa.»

Benfapp Capo d’Orlando – Axpo Legnano 88-79 (33-17; 51-40; 69-58)

Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 14, Laganà, Parks 29, Mobio 4, Mei 5, Triche 23, Bellan 10, Galipò, Neri 3, Lucarelli. Coach: Marco Sodini.

Axpo Legnano: Raffa 23, Ballarin, Bianchi 5, Ferri 6, Bortolani 23, Coraini, Bozzetto 13, Berra 3, Corti, Serpilli 6. Coach: Alberto Mazzetti.

Ufficio Stampa Benfapp Capo d’Orlando