Kim Hughes a Tuttosport: “Qui idee precise e un piano per crescere” | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 28 settembre 2017

Kim Hughes a Tuttosport: “Qui idee precise e un piano per crescere”

Nell’edizione odierna di Tuttosport, una bella intervista al nostro Player Development Coach Kim Hughes, firmata da Piero Guerrini. Ecco un estratto, a proposito del suo lavoro con noi. In edicola troverete tutto il resto, dalla sua scelta di tornare a vivere in Italia alla sua lunga esperienza nella NBA

L’incontro con il club – “Ha sorpreso anche me parlare con Peppe Sindoni, uomo con idee precise, un piano per crescere. Un uomo molto serio. Come il papà Enzo, che con me è stato molto onesto. Vogliono fare qualcosa di importante. Ed è possibile, anche al Sud, nonostante viaggi più difficilmente“.

I giovani dell’Orlandina Basket – “Ci sono giocatori di 11 Paesi. Porto ad esempio due giovani. Kulboka è un’ala piccola di 2.05 che lavora molto. Perde troppi palloni, ma ha la mentalità e un buon tiro da tre per emergere. E ogni settimana fa un passetto in avanti. Stojanovic ha gran fisico e testa dura per arrivare in Eurolega. Qui hanno scelto giocatori che vogliono imparare. Molto giovani, ma motivati. Lavoro molto con loro e con il settore giovanile, ma quando coach Di Carlo mi chiede, do una mano“.

//////////

Our Player Development Coach Kim Hughes spoke to Piero Guerrini of the newspaper Tuttosport, on the eve of our first ever European basketball game in Saratov. A very good read, Kim talked about his choice to come back to Italy and his NBA experience. Here what he had to say on his work with our organization.

The meeting with Orlandina Basket – “It was a surprise to me to talk to Peppe Sindoni, who knows exactly what he wants and he has a plan to the organization growth. He’s a very serious man. His father Enzo was very honest to me. They want to do something important, and it’s possible to do it even in the South of Italy, where travels make everything more difficult“.

Our young players – “There are players from 11 countries here. I name two of them: Kulboka is a 6’9 small forward who works very hard. He has to limit turnovers but he has a great mentality and a great 3-point shooting. He’s improving every day, step by step. Stojanovic has a big body and the will to reach the Euroleague level. Here they picked played that want to learn and improve. They are very young, but also very motivated. I work a lot with them and with the youth teams, but when coach Di Carlo wants some help, I’m here to help“.

ALTRI ARTICOLI