Griccioli: «Dispiace perdere una partita simile» | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 9 novembre 2015

Griccioli: «Dispiace perdere una partita simile»

20151018094336Camillo Anzoini – Gazzetta del Sud

CASERTA – Scuro in volto ma lucido nell’analisi coach Griccioli dopo la sconfitta del Palamaggiò: «La partita è divisa in due tronconi: i primi 33′ e poi gli ultimi 7′ che sono stati decisivi. Il fallo antisportivo a Cinciarini ha girato la partita sia per l’energia messo dai casertani ma anche per il coinvolgimento del pubblico. Il fallo c’era comunque. Caserta ha iniziato a metterci le mani addosso, è stata molto atletica ed abbiamo pagato la loro fisicità e freschezza. «Le nostre assenze hanno inciso: finché abbiamo incanalato la partita sul nostro ritmo siamo stati avanti. Ci siamo persi un po’ nel secondo quarto ma poi eravamo rientrati nel match. Per 33′ abbiamo fatto una buona pallacanestro nonostante le 10 palle perse nel secondo quarto e le 10 dell’ultimo periodo. In quei minuti finali siamo stati poco attenti ed abbiamo lasciato troppo campo a Caserta che ha sfruttato bene il contropiede. «Non era semplice farsi sentire in questa bolgia: la partita l’abbiamo persa in quei minuti. La Juve ha vinto con merito ma abbiamo fatto una buonissima partita rispettando il piano gara per 33′: ci siamo lasciati andare per colpe nostre, che mi interessano di più, più che di terzi. Ho poco da recriminare, dispiace perdere una partita simile ma guardiamo avanti». Ilievski era assente ma ha avuto tanto da Laquintana. «Sono contento della prestazione offerta da Laquintana, ha tenuto bene il campo su un palcoscenico non semplice. Sta migliorando e sono felice dei suoi progressi». Il metro arbitrale è cambiato dopo l’antisportivo di Cinciarini? «Sinceramente non saprei, ci sono cose che devo controllare io ovvero il gioco della squadra. Non posso controllare gli arbitri, il metro è cambiato ed è andato dietro alla partita. Poi ci si è messa la stanchezza di alcuni giocatori. Non è colpa degli arbitri questa sconfitta». I giovani stanno crescendo… «Questo è importante: avere questo apporto dai ragazzi più giovani; spero che la loro crescita sia frutto del lavoro svolto in settimana ma anche dei consigli dei giocatori più esperti che abbiamo nel roster. Spero, in ogni caso, di avere, quanto prima, la squadra al completo».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI