Gary Talton: “In Italia per dare il meglio” | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 23 luglio 2017

Gary Talton: “In Italia per dare il meglio”

Ambizione e idee chiare. Gary Talton, il nuovo playmaker orlandino, si presenta così alla prima chiacchierata con noi. Un giocatore che ha scoperto l’Europa nella passata stagione e ora vuole salire di livello insieme a noi, misurandosi con un altro campionato e accettando la sfida chiamata Europa.

Benvenuto a Capo d’Orlando. Questa sarà la tua seconda stagione in Europa: quali sono le tue aspettative?

Voglio dare continuità a quanto fatto l’anno scorso con un’altra stagione buona e vincente con questo club. Dobbiamo avere voglia di vincere tutti i giorni perché io voglio dare il meglio di me stesso in Italia”.

Com’è nata questa possibilità di arrivare nel nostro campionato?

La stagione in Grecia è stata positiva, poi i miei agenti sono stati bravi a trovare questa ottima opportunità per me a Capo d’Orlando”.

La possibilità di giocare la Basketball Champions League ha contribuito a scegliere l’Orlandina?

Certamente. La Basketball Champions League è una opportunità di giocare ad alto livello e migliorare sia come giocatore che come squadra”.

Secondo gli scouting report sei un “vero” playmaker, il che si sposa benissimo con la filosofia della nostra squadra. Tu cosa diresti del tuo stile di gioco?

Sì, sono un vero playmaker, ma sono pronto a fare tutto quello che mi viene chiesto. Penso che questa squadra sia adatta a me“.

Hai parlato con coach Di Carlo a proposito del tuo ruolo?

Sì, ed è stata una gran bella chiacchierata. Credo che finché tutti saremo sulla stessa lunghezza d’onda non ci siano limiti per questo club”.

La prossima stagione sarà molto “esigente” e c’è molta aspettativa. Vuoi mandare un messaggio ai tuoi nuovi tifosi?

Il mio messaggio è questo: daremo il 110% in tutte le partite e faremo tutto il possibile per disputare una grande stagione, cercando di riprendere l’ottimo percorso dell’Orlandina nello scorso campionato. Lotteremo per diventare la miglior squadra possibile!”.

//////////

Gary Talton says he’s ready to great challenges with Capo d’Orlando!

The new Orlandina Basket point guard knows what he wants and he looks forward to the next season with great ambition. Gary Talton discovered European basketball last season and now he wants to step up with us, playing in another League and competing at Continental level. Here’s what he had to say in his first Italian interview.

Welcome again to Capo d’Orlando. This will be your second year in Europe: what are your expectations after a good season in Greece?

My expectations are to follow up last season with another good season and be victorious in Italy with this club. We have to be motivated to win each and every day because I am motivated to bring my very best to Italy”.

How came the opportunity to come to Italy?

I had a good season in Greece and so my agents and representation were able to put me into a great situation here at Capo D’Orlando”.

The chance to compete in the Basketball Champions League was a big factor in your decision?

Yes of course. The Basketball Champions League is an opportunity to compete at a high level and improve as a player and as a team”.

The scouting reports describe you as a “true” point guard, which Is perfect to our team philosophy. What would you say about your playing style?

I am a true point guard, but I can also do as much as there is possibly asked of me. I think this team will be a good fit”.

Have you talked to coach Di Carlo about your role?

Yes, and we just had a great discussion. As long as we are on the same page and we are thinking the same at all times I think the sky is the limit for this basketball club”.

Next season will be very demanding and there’s already a lot of excitement about It. Do you have a personal message to your new fans?

We will come with 110% effort every night to play and that we will have as much success as we possibly can this year, we want to continue to build on last years success, so we will strive to be the very best that we can be!”.

ALTRI ARTICOLI