Durante Orlandina-Trapani avverrà la consegna dei Premi Donia 2016 | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 9 settembre 2016

Durante Orlandina-Trapani avverrà la consegna dei Premi Donia 2016

img_1600-copyIn occasione della gara amichevole di domani tra Betaland Capo d’Orlando e Pallacanestro Trapani verranno assegnati i Premi “Nino Donia” 2016, manifestazione giunta alla settima edizione istituita dal Comitato Regionale FIP Sicilia e dal presidente Antonio Rescifina riservati a quelle personalità della pallacanestro siciliana e nazionale che si sono distinte per eleganza e capacità tecniche e manageriali.

La settima edizione del premio “Nino Donia”, intitolato alla memoria del già dirigente dell’Orlandina Basket, si svolgerà dunque a Capo d’Orlando presso il PalaFantozzi durante lo scrimmage fra le formazioni siciliane. Il Comitato Regionale Fip, presieduto da Antonio Rescifina, ha deciso quest’anno di destinare il premio speciale all’arbitro internazionale Luigi Lamonica. Il premio società andrà alla Pegaso Ragusa, campione d’Italia Under 16 maschile. Gli atleti premiati sono il playmaker nisseno Ruben Zugno, lo scorso anno in Serie A con Cantù e la cestista ragusana Federica Mazza, assoluta protagonista al Trofeo delle Regioni. Il dirigente insignito del riconoscimento è invece Emilia Anastasi, presidentessa dell’Asd Zannella Basket Cefalù, compagine neo promossa in Serie B. Premio Cia all’arbitro palermitano Angela Rita Castiglione, da poco promossa in Serie B maschile. Il premio Cna è stato assegnato a Ninni Gebbia, tecnico di grandissima esperienza attualmente alla guida della Nazionale Under 14 femminile. Il trofeo Donia fair play va invece al dirigente Vincenzo Mollica, storico accompagnatore delle selezioni giovanili regionali. Infine il premio stampa è stato assegnato a Salvatore Pintaudi, cronista della Gazzetta dello Sport e di Antenna del Mediterraneo.

«E’ importante valorizzare e riconoscere le eccellenze della nostra pallacanestro – ha dichiarato il presidente Rescifina -. Quello siciliano è un movimento capace di grandi cose e lo dimostrano le storie di atleti, tecnici e dirigenti di altissimo livello. Inoltre quest’anno avremo l’onore di premiare Luigi Lamonica, un vero e proprio monumento per la classe arbitrale italiana riconosciuto in tutto il mondo».

Ufficio Stampa Betaland Capo d’Orlando

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI