Di Carlo: “Non vedevamo l’ora” | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 18 agosto 2017

Di Carlo: “Non vedevamo l’ora”

Durante il primo allenamento, nella serata di giovedì, coach Gennaro Di Carlo ha iniziato a veder prendere forma tutti i pensieri che lo hanno accompagnato durante l’estate. Con il roster non completamente a disposizione (mancano i nazionali Justin Edwards e Mario Ihring, Mario Delas ha raggiunto il gruppo ieri sera), ma con quasi tutti i “nuovi” per la prima volta con lui in palestra.

Non vedevamo l’ora che arrivasse questo giorno”, dice. “Eravamo innanzitutto curiosi di vedere i ragazzi in campo e siamo molto soddisfatti del primo approccio. Abbiamo una squadra molto giovane, di grande talento e prospettiva: ora inizia una sfida importante, quella di rendere questo gruppo immediatamente competitivo pensando al primo grande appuntamento che è il preliminare di Basketball Champions League. Cominciamo a vedere sul campo quello che si è pensato in estate. Abbiamo da aggiungere ancora elementi ma cercheremo da subito di costruire l’identità della squadra”.

Di Carlo, insieme agli assistenti Nicola Brienza e David Sussi, al Player Development coach Kim Hughes e al preparatore Salvatore Poma, ha da subito iniziato a condividere idee e progetti tecnici da sviluppare in questo senso: “Vogliamo trasmettere ai ragazzi un’idea di gioco molto chiara su entrambe le metà campo nel più breve tempo possibile. In questa stagione il tempo sarà una variabile fondamentale per noi, con l’impegno della coppa bisognerà stringere i denti, per questo la preseason è fondamentale per mettere a punto i presupposti per affrontare il 2017-18 nel modo migliore. Vedo i ragazzi estremamente motivati, rispondono alle caratteristiche che avevamo cercato in estate”.

Lavorare contro il tempo significa ottimizzarlo. In questo senso il lavoro di tutto il club è mirato a mettere la squadra nelle condizioni migliori per raggiungere gli obiettivi, da quelli più immediati a quelli più a lungo termine: “Per me inizia la quarta stagione a Capo d’Orlando”, spiega Di Carlo, “e posso affermare con grande felicità che abbiamo una grande organizzazione: abbiamo tutto perché questa squadra possa esprimersi al più alto livello”.

//////////

Coach Di Carlo enjoying the start of the new season

On Thursday, coach Gennaro Di Carlo finally had a first feedback of everything he thought during this summer, while the players were working to the first practice of the season, even without Justin Edwards and Mario Ihring because of their National Team duties and Mario Delas who joined the squad yesterday night.

We were waiting for this day”, the coach says. “We were very curious to have a first impression from the guys and I can say it was very good. We have a young, talented team with great potential, our first big challenge is to make them ready to the first great step of our season, which will be the Basketball Champions League Qualification Round. We are starting to see what we thought during the offseason, we still have to wait for a couple of players but we want to create a team identity as soon as possible”.

Di Carlo, together with the assistants Nicola Brienza and David Sussi, the Player Development coach Kim Hughes and the Strenght and Conditioning coach Salvatore Poma, has started to share basketball ideas: “We want our players to have a clear idea of what we want to do on both sides of the floor. This season we are going to play against the time, too, as we’re gonna face International basketball competition too, that’s why the preseason will be even more important. The players are motivated and I’m seeing what we looked for this summer”.

The whole organization is working hard in order to help the team working against the time: “This will be my fourth season here and I can tell that we have a great organization and everything we need to perform at the highest level”, Di Carlo says.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI