Di Carlo: «Dobbiamo avere fiducia» | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 18 gennaio 2016

Di Carlo: «Dobbiamo avere fiducia»

Milano 17 Gennaio 2016 Serie A Lega Beko Acqua Vitasnella Cantu'-Betaland Capo d'Orlando Nella Foto Foto Ciamillo Provvisorio

«Commentare una partita persa di 30 punti non è complicato, di più – esordisce l’allenatore della Betaland Capo d’Orlando – Dobbiamo rimuovere al più presto questa partita e concentrare tutte le energia per preparare una settimana che per noi sarà decisiva e fondamentale. Sarà una settimana chiave, molto importante. Dobbiamo arrivare alla partita con Venezia al meglio possibile. Contiamo di recuperare qualche infortunato, e onestamente sarebbe l’ora, e da questo momento in poi dobbiamo pensare e concentrare tutte le energie sul prossimo impegno, cioè la gara con Venezia. Devo farvi i complimenti, state allestendo un roster molto forte allenato da un allenatore molto bravo. Nankivil? È arrivato da soli tre giorni, era fermo da un po’ quindi ci si poteva aspettare delle percentuali non eccezionali. Ha fatto comunque una gara solida sotto il profilo della tenacia e della mentalità che ci fa ben sperare. Potrà darci una grossa mano, soprattutto nell’approccio difensivo. In attacco non credo ci siano problemi, ha sempre fatto canestro nella sua carriera, si fida, e fa bene, del suo tiro e sono sicuro che le percentuali, settimana dopo settimana, cresceranno in modo da darci una grossa mano. Della partita salvo il numero dei possessi, 19 circa in più di Cantù – continua Di Carlo – e anche se abbiamo perso con un largo svantaggio, l’Acqua Vitasnella ha tirato con delle percentuali molto alte. Venivamo dai 103 punti presi a Pistoia e abbiamo provato a giocare con un ritmo elevato anche qui rischiando con coraggio. Abbiamo subito 20 punti in meno rispetto a Pistoia, è un dato irrilevante e non sufficiente, dobbiamo migliorare è ovvio, ma credo che la chiave della gara sia stata la nostra pessima serata al tiro. Abbiamo sbagliato tantissimi tiri aperti. Mi porto a casa il ritmo della squadra, la fase difensiva che sta crescendo, bisogna essere ottimisti e fiduciosi per il resto del campionato. Siamo stati deficitari nelle percentuali, ma al momento siamo zeppi di giovani e li stiamo sovraesponendo oltremodo. La squadra è viva. Ai ragazzi ho detto: rimuoviamo questa gara, dimentichiamoci tutto di sta sera e concentriamoci sulla prossima gara dove forse recupereremo qualcuno degli infortunati. C’è da rendersi conto che oggi non era facile, che le percentuali ci hanno penalizzato troppo e che ci dobbiamo salvare, non possiamo perdere di vista l’obiettivo».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI