Capolavoro Orlandina a Torino | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 23 novembre 2015

Capolavoro Orlandina a Torino

_D2H0279@RubenGuzzoGiovanni Savio – Gazzetta del Sud

TORINO – La Betaland Capo d’Orlando espugna il PalaRuffini di Torino con merito, trascinata da un’ottima difesa e da un super Jasaitis, autore di 18 punti, due quei quali hanno consentito ai siciliani di vincere la gara contro la Manital a 3″ dalla fine. L’Orlandina sale così a quota 8 punti lasciando la squadra di coach Bechi a 4. Adesso, il doppio turno interno contro Sassari e Brindisi fa meno paura. LA GARA – Torino parte forte con Giacchetti e Ivanov che firmano i primi 5 punti del match. Capo d’Orlando risponde con Laquintana e Jasaitis. Si segna tanto con Jasaitis che risponde a Robinson, Perl a Giacchetti. Capo d’Orlando trova il primo vantaggio con una schiacciata di Oriakhi e Jasaitis è una macchina da punti con due triple di fila. Dawkins non si fa pregare: prima imita il cecchino lituano dai 6.75, poi porta Torino in vantaggio, ma Laquintana va al ferro e sigla il 18-19 al termine dei primi 10′. Il secondo quarto si apre con un canestro per parte firmati da Metreveli e Dawkins. Ihring mette 4 punti tra la Betaland e la Manital con i suoi primi tre punti in serie A, ma Miller con la stessa moneta e Fantoni da sotto portano avanti Torino. Ma è ancora il giovane playmaker della Betaland a segnare la sua seconda tripla allo scadere dei 24″ portando gli ospiti sul 26-27 al 16′. Dawkins e Jasaitis firmano una tripla per parte e il primo tempo va in archivio sul 36-40. Si riparte come a inizio gara, con Giacchetti che mette a referto i primi due punti del parziale a cui risponde Perl dall’angolo. Robinson e Mancinelli firmano un 4-0 che riporta in parità il punteggio a quota 42, poi Oriakhi realizza subendo fallo da Ivanov e porta nuovamente sul +3 i suoi, ma Miller segna dopo 2′ dai 6,75 portando tutto nuovamente in parità (45-45 al 25′). Capo d’Orlando sembra stanca, così Griccioli ferma il match chiamando timeout. Al rientro Perl segna in penetrazione, poi Giacchetti dà il vantaggio ai padroni di casa realizzando da tre punti e servendo Ivanov che appoggia al tabellone i punti 48 e 49. Rientrano sul parquet Metreveli e Nicevic che danno nuova linfa a Capo d’Orlando piazzando 6 punti contro i soli 2 realizzati da Mancinelli e il quarto si chiude sul 51-53 per la Betaland. Capo d’Orlando rientra meglio in campo nell’ultimo quarto con Metreveli che schiaccia il +4, Nicevic segna subendo il fallo e Bechi chiama timeout per fermare l’emorragia dei padroni di casa scivolati a -7 (51-58 al 32′). Miller prova a sbloccare Torino, ma ancora Oriakhi schiaccia tutto solo al ferro. Ci provano allora Giacchetti e Mancinelli, che segnando in penetrazione e in contropiede e riportano a 4 punti di svantaggio Torino. I siciliani rispondono con Jasaitis che segna il libero concesso per il fallo tecnico fischiato a Giacchetti, e Laquintana, che realizza in penetrazione il nuovo + 7 (56-63 al 36′). Non mollano i due veterani di coach Bechi, che mettono a referto altri 4 punti che riavvicinano i padroni di casa a un possesso lungo di distacco. Basile e Robinson si “annullano”, poi Mancinelli firma 5 punti in fila e porta in vantaggio Torino (67-65 al 39′). La Beta-and però non cede di un millimetro: Oriakhi trova il pari a 45″ dalla sirena finale, poi Jasaitis firma il sorpasso a quota 69 con un 2/2 dalla lunetta. Miller segna in penetrazione il canestro della parità (69-69) e Griccioli con 3″ sul cronometro chiama timeout per disegnare lo schema vincente, che riesce. Sulla rimessa, infatti, i blocchi liberano Jasaitis che appoggia al ferro il pallone che vale la vittoria.

Manital Torino – Capo D’Orlando 69-71

Manital Torino: Ivanov 5 (2/4, 0/2), Giachetti 16 (8/14), Mancinelli 17 (6/9, 1/4), Fantoni 2 (1/1), Robinson 7 (3/3), Mascolo, Pappalardo ne, Dawkins 10 (2/4, 2/5), Miller 12 (1/4, 3/5), Ebi. All.: Bechi.

Betaland Capo D’Orlando: Ihring 6 (0/2, 2/2), Basile 2 (0/3), Laquintana 9 (3/3, 1/1), Perl 6 (3/8), Nicevic 7 (2/6), Jasaitis 18 (3/5, 3/5), Munastra ne, Bowers 2 (1/2, 0/1), Metreveli 6 (3/5, 3 r), Oriakhi 15 (7/9, 3 r). All.: Griccioli.

Arbitri: Mattioli, Vicino e Morelli.

Le pagelle

Ihring 6,5 – Ottima la prova del giovanissimo playmaker Orlandino. Il 2/2 da tre punti è la prova che di talento e carattere ne ha da vendere.

Basile 6,5 – Ancora una volta Baso fa la differenza in difesa. Ordina e si fa seguire dai suoi compagni dando l’esempio lui per primo. Non avrà segnato, ma ha preso 5 rimbalzi che la dicono tutta.

Laquintana 6,5 – Chiude con il 100% dal campo (4/4), 2 assist, 10 di valutazione e 4 palle perse. Sta maturando, adesso aspetta llievski per continuare il processo di crescita in modo graduale.

Perl 6,5 – I suoi 6 punti e 2 di valutazione non esprimono neanche un quarto della sua prestazione. Difende alla grande e costringe Robinson a un lavoro offensivo asfissiante.

Nicevic 6,5 – C’è ma non si “sente” fino al terzo quarto. Poi con Metreveli da linfa nuova alla sua Betaland.

Jasaitis 8 – Bentornato Simas. Dopo due gare incolore il cecchino lituano è tornato sui suoi livelli. 18 punti, 6/10 dal campo con 3/5 da tre e 20 di valutazione finale.

Metreveli 6,5 – Come Nicevic, è lui a dare energia quando nel terzo quarto Capo d’Orlando cala un po’ fisicamente. Ottima la sua prova al di la dei 6 punti e 3 rimbalzi catturati.

Bowers 6,5 – Probabilmente paga un calo di condizione fisica, ma questa sera soffre in attacco la difesa di Mancinelli.

Oriakhi 7 – Decisivo nel momento più importante del match. Annulla Ivanov e mette a referto 15 punti con 7/9 dal campo.

Griccioli (all.) 8 – Dopo una bocciatura per la gestione con Cremona, bisogna premiare la sua condotta contro Torino. Limita Ivanov e Dawkins, scommette sulle percentuali da fuori e in area rende la sua difesa quasi perfetta.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI