Capo d’Orlando cede solo nei secondi finali, Diener nella storia | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 9 gennaio 2017

Capo d’Orlando cede solo nei secondi finali, Diener nella storia

La Sicilia

Pesaro – Nei bassifondi della classifica, vittoria preziosa di Pesaro che regola sul filo di lana per 70-68 la Betaland Capo d’Orlando. Gara decisa proprio a nove secondi dalla fine quando Jones (il migliore nelle file dei pesaresi con 19 punti) dalla lunetta ha infilato i due canestri che hanno portato i marchigiani sul 69-65. Pesaro e Capo d’Orlando hanno viaggiato sempre appaiate (massimo vantaggio per gli ospiti solo al 29′, 44-51) equivalendosi nei pregi e nei difetti (Pesaro meglio al tiro da due con il 56% contro il 47%, Capo d’Orlando più efficace dall’arco con Diener e Tepic per un 37% contro appena il 25% di Pesaro) e nel condurre il punteggio. Pesaro ha sfruttato la magica serata di Thornton al tiro (19 punti) che ha permesso ai padroni di casa il sorpasso al 33′ (55-54) e i liberi di Ceron rivelatisi decisivi nel finale. Tra gli ospiti, Tepic e Archie sono stati gli ultimi ad arrendersi, anche se sull’americano pesa l’errore in attacco (uscita di campo) sul 67-65 a 10″ dalla sirena che ha dato il via libera a Jones per i canestri della vittoria. La Betaland Capo d’Orlando è dunque sconfitta nel finale all’Adriatic Arena nell’ultima gara del girone d’andata chiuso in quinta posizione. Sfiora la vittoria la squadra di Di Carlo che si trova avanti per quasi tutta la gara, ma spreca ed è costretta a festeggiare le Final Eight conquistate (nei quarti troverà Reggio Emilia) dopo una sconfitta. Drake Diener scrive un’altra pagina nella storia del club diventando grazie ai canestri dall’arco realizzati ieri sera il miglior tiratore in assoluto dell’Orlandina.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI