Betaland, comincia l’era Di Carlo | Orlandina Basket
  • Pubblicato il: 3 gennaio 2016

Betaland, comincia l’era Di Carlo

1001971_10153810176947311_7075223465481787331_nClaudio Argiri – Giornale di Sicilia

CAPO D’ORLANDO – Inizia da Pistoia l’era di Gennaro Di Carlo in una Betaland in piena crisi di identità e fiducia che, però, da oggi, saltato il tappo dell’ ex coach Griccioli, potrà dimostrare sul parquet il suo reale valore che, dopo l’esaltante ed illusorio avvio di serie A, è da ultimo posto ex-aequo con una Torino in ascesa. Tocca al deludente Vlado Iliesvki ed agli altri senatori (con l’esclusione di capitan Nicevic dato dalla società ancora in lista infortunati) dare risposte sul parquet e trascinare il resto della squadra, giovane e, dunque, crollata una volta perse alcune certezze. Per la verità pensare di rifarsi su un campo caldo e contro la rivelazione Pistoia (che la scorsa stagione vinse entrambi gli incontri) è da inguaribili ottimisti ma a voler guardare le 10 sconfitte in 14 gare solo con Sassari, Avellino ed a Trento il destino è stato nelle mani dell’avversario di turno poiché per il resto quasi sempre è stata la compagine biancoazzurra a gettare alle ortiche la vittoria, pur con tutti i limiti emersi finora, in particolare di una cronica mancanza di un cecchino e dell’incredibile media di palle perse a match. Comunque oggi i biancazzurri contro il quintetto allenato dall’ex Vincenzino Esposito disputano la 150a partita nella massima serie (56 vinte) e chissà che la cifra tonda non porti bene. Palla a due alle ore 18.15, arbitri Lanzarini, Weidmann e Morelli con diretta su Legabasket tv. «Esposito – commenta alla vigilia Gennaro Di Carlo, al debutto assoluto da head coach in A, assistito da David Sussi e forge Silva Suarez – è il mio idolo da ragazzino e una figura a me molto vicina nella mie precedenti esperienze. Sta facendo un lavoro eccellente e credo che meriti il premio di miglior allenatore alla fine della stagione. Pistoia gioca una pallacanestro molto organizzata sfruttando al massimo le qualità dei singoli interpreti. Per noi sarà di certo una gara molto stimolante, ancor più perché giocata in una piazza molto calorosa in cui il pubblico fa sempre la sua parte. Tutti questi aspetti rendono la sfida avvincente e ci aiuteranno ad ar- rivare concentrati e motivati alla palla a due. La squadra in settimana ha svolto un grande lavoro, mostrando grande coesione e dedizione. I ragazzi si sono impegnati duramente e in campo non sono mai calati di concentrazione, non si sono per nulla fatti influenzare da tutto ciò che stava e sta al di fuori del parquet. Sicuramente il pronostico è sfavorevole in partenza, ma sono sicuro che ognuno dei ragazzi che scenderà in campo darà il 110% e, se ci sarà anche una minima occasione di portare a casa l’incontro, cercheremo di sfruttarla. Capo d’Orlando da domenica avrà sempre grande rispetto sportivo dell’avversario, ma non dovrà temere nessuno, compresa Pistoia che fino a qualche settimana fa era la capolista del campionato».

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

ALTRI ARTICOLI