Un articolo molto interessante quello pubblicato sul sito della Basketball Champions League, che analizza i candidati al titolo di “Miglior Giovane” (Under 22) della competizione. Tra i sette nomi in lista, oltre a Egemen Guven, Roko Badzim, Berk Ugurlu, Antonios Koniaris, Tamir Blatt e Tolga Gecim c’è anche il nostro Arnoldas Kulboka, definito – a oggi – come il favorito.
Kulboka vincerebbe questo titolo se decidessimo di considerare la prima metà della stagione, nonostante si tratti del giocatore più giovane della nostra lista. In questo lotto, Kulboka è quello che sembra avere maggiori possibilità di essere chiamato al Draft NBA nei prossimi anni“, si legge.

Sul sito ufficiale della competizione europea si analizza l’impatto del giocatore lituano anche in funzione delle responsabilità e dello spazio che gli sono stati affidati a Capo d’Orlando: “[Kulboka] Inoltre è il miglior rimbalzista in questa lista di 7 giocatori (sia per media a partita che parametrato sui 40 minuti), il suo ruolo e il suo minutaggio non sono destinati a cambiare in Sicilia“, dove “il semaforo è sempre verde per lui” per prendersi un tiro grazie a “un rilascio più pulito di una saponetta“.
Naturalmente è ancora presto per una decisione definitiva anche perché, come ricorda lo stesso articolo, “per tutti i giocatori giovani, la continuità è una sfida“.
Analizzando le cifre, Kulboka primeggia tra i migliori giovani in punti, rimbalzi e triple realizzate.
Tra le “Honourable Mentions” di questa speciale categoria, compare anche il nostro Mario Ihring.
//////////
Young player of the year candidates – A closer look
MIES, Switzerland (Basketball Champions League) – After helping Banvit reach the Final of last year’s Basketball Champions League – as a teenager – Furkan Korkmaz was the consensus winner of the inaugural Best Young Player Award. A feat made more impressive, when you evaluate a list of names including Frank Ntilikina, Alpha Kaba and Vlatko Cancar, who were all drafted on the back of their seasons last year, yet didn’t manage to put together a season to compete with the young Turk.
With over half the regular-season journey gone, having flown by our car windows in a blur of buzzer beaters, soul-reaping dunks and triple overtimes, now seems a good moment to catch our breath and take a closer look at some of the potential candidates, that could claim the most votes in this year’s election.
Before we do so, it’s worth considering the criteria that allows a player to be considered. First off we are looking for young players. A term which is often fairly ambiguous in itself. The clarification for the award is players that are a maximum 21 years old, 1996 born and younger. The likes of 1995 born American rookie Malcolm Hill from Telekom Baskets Bonn and Besiktas’ 22 Year old Kenan Sipahi are very unfortunate to miss out. Whilst not a strict criteria, players that qualify as ‘Home-Grown’ (registered with the National Federation of the club they currently play for, at least 3 seasons between the age of 12 and 20) also carry extra value, especially if they have recently represented for their National Team.
More: http://www.championsleague.basketball/17-18/news/young-player-of-the-year-candidates-a-closer-look